173
Sconcerti, che momento sta vivendo il nostro calciomercato?
"Una fase di grande povertà. Quando leggo che i tifosi dell'Inter vanno da Marotta a chiedere garanzie mi stupisco. Sono arrivati giocatori a parametro zero. Di Maria, Pogba, Lukaku, Dybala. Solo un paio d'anni fa sarebbe stato inimmaginabile".

Il motivo?
"Non ci sono soldi, in Italia non c'è più mercato, non quello che intendevamo un tempo. La stessa Juve prende Bremer ma prima deve vendere De Ligt".

E De Ligt appena arriva a Monaco fa filtrare la velata accusa di una Serie A poco competitiva. 
"Ma guarda, la preparazione è una cosa scientifica. E la scienza è a disposizione di tutti. Forse è cambiato il modo di allenarsi, ora si va subito in campo con la palla. Di vero c'è che la qualità diffusa è altrove, in altri campionati". 

E gli azzurri che hanno vinto l'Europeo non hanno mercato. 
"Hanno perso appeal, questo è chiaro".
Tu l'hai ripetuto più volte. La vera notizia è il Palermo comprato da un fondo sovrano Saudita. 
"Tra cinque anni lotterà per lo scudetto, ma nessuno ne parla. Incedibile. Pensa a cosa sarebbe successo se avesse comprato l'Inter". 

Chi ha fatto un mercato intelligente? 
"Tutti, perché la povertà spinge a inventarsi qualcosa. Sai quale è la cosa che mi stupisce?". 

Quale? 
"Che nessuno si sia fatto avanti per un campione come Milinkovic-Savic". 

Immagino che Lotito chieda troppo. 
"Lo penso anch'io, ma Lotito è un grande giocatore di poker".