Il Ministro dell'Interno, Matteo Salvini, è intervenuto ai microfoni di Radio Radio per parlare degli scontri in occasione di Inter-Napoli, in cui ha perso la vita un ultrà del Varese: "Farò una riunione dell'Osservatorio sullo sport e sulla sicurezza al Ministero degli Interni lunedì, a proposito delle violenze fuori dagli stadi, per cercare di riportare quello che è uno sport ad uno sport. Presenti ultras alla riunione lunedì? Stiamo ragionando con le società, che hanno rapporti con oltre 100 tifoserie pacifiche e organizzate, come e da chi rappresentare una componente fondamentale del calcio, che è il tifo organizzato, che non significa violento".

SUL MODELLO THATCHER - "Quello inglese può essere un modello da cui stiamo prendendo spunto, a partire dagli steward, a cui stiamo pensando di dare maggiori responsabilità e poteri, fino a squalifiche a vita per chi si macchia di episodi di violenze. La responsabilità penale è personale, non ci deve andare di mezzo uno stadio intero o una curva. Occorre la certezza della pena. Sono convinto che il 99% della gente che va in curva sia gente perbene, ma chi compie reati bisogna avere la certezza che venga identificato e punito severamente".