2

Archiviato l'anticipo di campionato col Bologna, in casa Milan risuona la celebre musichetta della Champions League. Mercoledì sera a San Siro per l'andata degli ottavi di finale arriva l'Atletico Madrid, impegnato questo pomeriggio in casa contro il Valladolid per dimenticare le ultime tre sconfitte consecutive con l'Almeria in campionato e col Real Madrid di Ancelotti nella semifinale di Coppa del Re

SEEDORF VS SIMEONE - Sulle panchine di Milan e Atletico Madrid si trovano di fronte per la prima volta due grandi ex centrocampisti, l'olandese Clarence Seedorf e l'argentino Diego Pablo Simeone, che si erano già sfidati in diverse occasione durante le loro carriere da calciatori. 

LA PRIMA VOLTA - Il primo scontro diretto risale al 4 giugno 1997, quando il Real di Capello vince 3-1 il derby di Madrid con l'Atletico, avviandosi a diventare campione di Spagna per la 27esima volta nella sua storia. L'ultimo gol porta la firma di Mijatovic, liberato da su assist di Seedorf. 

CHAMPIONS LEAGUE - Nella stagione successiva il Cholo torna in Italia nell'Inter allenata da Simoni che, pochi giorni prima di venire esonerato dal presidente Moratti e sostituito dal romeno Lucescu, il 25 novembre 1998 centra una memorabile vittoria per 3-1 contro il Real Madrid in Champions League a San Siro nella grande notte di Roby Baggio, autore di una doppietta decisiva nel finale dopo il momentaneo pareggio segnato proprio da Seedorf, in gol anche all'ultimo minuto nell'andata della fase a gironi, giocata il 19 settembre 1998 al Bernabeu e vinta 2-0 dal Real Madrid. 

COPPA ITALIA E SUPERCOPPA - Nel gennaio del 1999 Seedorf si trasferisce all'Inter, dove però non trova Simeone, passato alla Lazio nel precedente mercato estivo come parziale contropartita nell'operazione che porta Vieri in nerazzurro. L'olandese e l'argentino sono protagonisti della doppia finale di Coppa Italia e vanno entrambi in gol nell'andata del 12 aprile 2000 all'Olimpico vinta 2-1 dalla Lazio, che poi pareggia 0-0 nel ritorno del 18 maggio a San Siro. L'8 settembre 2000 i biancocelesti campioni d'Italia bissano il successo battendo 4-3 i nerazzurri all'Olimpico alzando così la Supercoppa italiana

5 MAGGIO - L'ultima giornata di campionato nella stagione 2001/2002 scrive la pagina più tragica della storia dell'Inter. Seedorf assiste dalla panchina alla clamorosa sconfitta della squadra allenata da Cuper, che perde così lo scudetto a favore della Juve di Lippi. Vieri e Di Biagio illudono i nerazzurri, ma uno svarione difensivo di Gresko regala la doppietta a Poborsky e le squadre vanno al riposo sul 2-2. L'Inter crolla nella ripresa, quando proprio l'ex Simeone segna il gol del sorpasso prima che Simone Inzaghi fissi il risultato sul 4-2 per la Lazio e Ronaldo, sostituito, scoppi a piangere in panchina. Quella dell'Olimpico sarà l'ultima partita in nerazzurro del Fenomeno e di Seedorf, che in estate viene ceduto al Milan in cambio del terzino sinistro Coco. L'olandese rinasce in rossonero, vincendo due scudetti ed altrettante Champions League