137
Il campionato pronto a ricominciare, con la Roma che sul campo, dopo le fatiche del derby, attende il Sassuolo dell'ex Defrel e del vecchio pallino di mercato Domenico Berardi, avversari sempre difficile da affrontare. Ma i giallorossi di Fonseca, in questi giorni, hanno altri avversari con cui vedersela. Anzi, avversarie: le buche di Roma

MACCHINE KO - Da Juan Jesus a Edin Dzeko, da Perotti alla mamma di Zaniolo che spesso e volentieri accompagna il figlio agli allenamenti, le voragini sul manto stradale che porta a Trigoria hanno fatto diverse vittime tra le automobili dei calciatori della Roma. Buche profonde, impressionanti, che hanno infastidito anche lo staff e i dipendenti, con la dirigenza romanista che ha già fatto sentire la propria voce al Comune. 

'PERCORSO DI GUERRA'
- "Diciamo che sembra un percorso di guerra il problema per i giocatori? Diciamo che specialmente i nuovi arrivi sono a rischio danni. I vecchi ormai sanno dove sono le buche e riescono a dribblare anche le voragini" le parole di un magazziniere rilasciate a Leggo. Edin Dzeko, invece, qualche settimana fa disse: "Le strade di Roma sembrano quelle di Sarajevo dopo i bombardamenti". Entro fine ottobre dovrebbero iniziare i lavori, ci vorranno 40 giorni per rifare l'asfalto e 'regalarlo' nuovo a Natale.