155
Quarantadue punti. Uno in meno dell’anno scorso, quando il Milan chiuse il girone di andata al primo posto davanti all'Inter. Un traguardo soddisfacente, arrivato grazie a 13 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte, ma con un paradosso: 31 dei 42 punti sono stati conquistati senza Zlatan Ibrahimovic. Buona parte sono stati archiviati nelle prime undici giornate, con lo svedese protagonista solo nella sfida interna con la Lazio quando, entrando dalla panchina. chiuse il match segnando il 2-0.

STATISTICHE - I numeri non mentono, con Zlatan titolare il Milan ha conquistato 11 punti, con 3 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte, con una media punti di 1.38 per gara. Senza l’ex Inter e Juventus  la media punti per partita sale a 2.82. Dati che non possono essere un valore assoluto, nelle ultime uscite il Milan ha dovuto fare i conti con i tanti infortuni e la maggior parte dei 42 punti sono arrivati con l’infermeria vuota ma è senza dubbio uno spunto di riflessione. La Zlatan-dipendenza è finita, Pioli per vincere deve poter contare su tutti.