'Un rigore da galera': non è la frase di un tifoso contrariato da una decisione contro la propria squadra, ma quanto sta accadendo in Serbia. Protagonista l'arbitro Srdjan Obradovic, che rischia di pagare una chiamata incredibile con il carcere: nel corso della partita tra Spartak Subotica e Radnicki Nis, Obradovic ha assegnato un penalty assolutamente inesistente (il video testimonia come non ci sia nulla che possa lasciar intendere un'irregolarità) ai padroni di casa, già avanti con un altro gol realizzato dagli undici metri un quarto d'ora prima; 2-0 e passo avanti verso il terzo posto per lo Spartak Subotica, quello valido per l'Europa League. La chiamata rischia però di costare carissima a Obradovic: come riferito dai media locali infatti, l'arbitro è in stato di fermo e dovrà comparire domani davanti a un giudice di Novi Sad per spiegare il proprio comportamento in campo, per lui l'accusa è di abuso d'ufficio.