21
Sergio Ramos prova a spiegarsi dopo la bufera sul giallo 'tattico' preso contro l'Ajax e l'indagine aperta dall'UEFA. Il capitano del Real Madrid parla a Marca: "Sono sorpreso di tutto questo. Io intendevo di aver forzato il fallo, un fallo che era inevitabile, non di aver forzato l'ammonizione. Sapevo che rischiavo un cartellino e una squalifica, ma non avevo alternative. Era un contropiede pericoloso all'88', con una partita e una qualificazione ancora aperte. Per questo ho detto che avrei mentito se avessi detto di non saper di prendere una squalifica, come sapevo che non avevo altra opzione che fare fallo. E a questo mi riferito quando dicevo che nel calcio bisogna prendere decisione complicate. Se avessi voluto forzare la squalifica, avrei potuto farlo nella fase a gironi, nella partita contro la Roma perché eravamo già qualificati come primi del girone e l'ultima partita con il CSKA era ininfluente, una partita per la quale non sono stato convocato peraltro".