17
La battaglia per i diritti tv tra Lega Serie A e broadcaster entra nel vivo: come riferito da La Gazzetta dello Sport, Sky, Perform (Dazn) e Img devono ancora versare la sesta rata da 233 milioni di euro complessivi, prevista dal contratto che scade alla fine della prossima stagione calcistica. Scontro fra le parti: i club di A imputano mancanza di responsabilità ai broadcaster, le tv evidenziano il no della Serie A a tutte le proposte di rinegoziazione. Mercoledì assemblea urgente di A per affrontare il tema: le tv chiedono uno sconto pesante, 120 milioni in caso di ripresa e il doppio in caso di stop definitivo, numeri che potrebbero portare lo scontro sul piano legale. Mercoledì l'assemblea di A analizzerà anche l'interesse del fondo CVC per il lungo periodo.