69
Bologna e Genoa non si fanno male nell'anticipo della 5a giornata di Serie A: 2-2 al Dall'Ara, decisivi i rigori nel finale di partita di Arnautovic e Criscito e l'ultima parata di Sirigu per un pareggio che permette alle due squadre di conquistare un punto dopo le sconfitte del turno precedente, rispettivamente contro Inter e Fiorentina.

LA PARTITA - Mihajlovic si affida ad Arnautovic, Ballardini punta sulla coppia Destro-Kallon e le prime due occasioni sono proprio per il Grifone, con Fares e Kallon che spaventano Skorupski. La reazione del Bologna è affidata alla punizione di Arnautovic, fuori. Nella ripresa, però, i felsinei passano: al 49' Hickey raccoglie il pallone al limite e spara col sinistro nell'angolino, Sirigu non vede partire il pallone per la selva di gambe davanti a lui e non arriva. 1-0, ma la gioia dura solo sei minuti perché dall'altra parte sul cross di Criscito si avventa l'ex di turno, Destro, che fa di testa fa 1-1. La gara si apre, Skorupski nega la doppietta a Destro e Sirigu è reattivo su De Silvestri. Negli ultimi dieci minuti il match si infuoca e succede di tutto. All'84' Fourneau concede un rigore al Bologna per trattenuta di Vanheusden su Sansone, Arnautovic ringrazia e non sbaglia per il 2-1. All'88', però, l'arbitro ne concede uno tra le polemiche al Genoa per il tocco di Bonifazi su Kallon, dal dischetto va Criscito che fa 2-2. Polemiche finali, Mihajlovic si fa espellere per proteste e all'ultimo secondo l'ultimo brivido: cross dalla sinistra, Skov Olsen colpisce la traversa di testa, sulla ribattuta va a colpo sicuro Soriano di testa ma Sirigu salva il Grifone mandando in corner. E' l'episodio che fa calare i titoli di coda: 2-2, un punto a testa per Bologna e Genoa.​