Commenta per primo
Intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo, l'ad della Lega Serie A, Luigi De Siervo, ha dichiarato: "Razzismo? Chiamerò il presidente Ferrero, perché questi atti rendono incivile il nostro Paese. Al netto di questo è un aspetto che stiamo cercando di debellare. L'Italia non è un paese razzista, ma ci sono gruppi di cretini. Allo stadio tutti si sentono più liberi di dire quello che vogliono, noi compresi. Le persone si sfogano. La lettera dei tifosi dell'Inter parte bene e finisce male, i cori razzisti sono inammissibili. Ringrazio Lukaku perché è un ragazzo giovane, puro, ha combattuto partite sul campo di varia natura. Abbiamo chiesto ad ogni squadra di individuare un giocatore più sensibile sul tema razzismo e costruiremo una campagna di sensibilizzazione, ci stiamo lavorando tanto".