448
Colpo salvezza. Ma, soprattutto, il colpo che rischia di rovinare i piani Champions della Lazio. Con due gol del solito Vlahovic, la Fiorentina batte i biancocelesti e fa un importante balzo in classifica: i viola sono ora a 38 punti, momentaneamente a +7 sulla zona calda. Gli ospiti, invece, restano a -5 dal trio Atalanta, Milan e Juve. 

In avvio la Lazio prova a fare la partita, la Fiorentina cerca il contropiede. Al 10' ci prova Castrovilli, ma la sua conclusione termina a lato. Un minuto più tardi la Lazio va a un passo dal vantaggio: Milinkovic serve Correa, ma Dragowski compie un vero miracolo chiudendogli lo specchio. Il pallino del gioco resta in mano ai biancocelesti, ma quando la Fiorentina si affaccia nell'area avversaria rischia di far male, con Vlahovic pericoloso con un colpo di testa. Al 26' si fa vedere Immobile, che colpisce il palo: il guardalinee segnala però una posizione di fuorigioco. Alla mezz'ora la viola passa: Castrovilli serve Biraghi, il cui cross basso trova Vlahovic, tutto solo, lesto nel firmare l'1-0. La risposta della Lazio è affidata a Milinkovic, impreciso.

Nella ripresa la Lazio prova a partire forte, ma fatica a creare trame pericolose. E' la Fiorentina la prima ad andare vicina al gol, con un inserimento di Pezzella, bravo a colpire ma sfortunato nella traiettoria. Al 65' è il solito Vlahovic pericoloso, Reina gli nega la gioia del 2-0. Nel finale Inzaghi getta nella mischia anche Muriqi, ma la Lazio non si rende mai pericolosa. E' Vlahovic, anzi, a trovare un altro gol: cross di Pulgar, colpo di testa di Vlahovic e 2-0 che chiude la partita e regala a Iachini un'importante fetta di salvezza. ​