29
La prima giornata del campionato 2020/21 ha visto due conferme della passata stagione e una grande, purché molto attesa, sorpresa. Il Milan ha fatto registrare quella che probabilmente è la miglior prestazione della gestione Pioli. Sempre in costante crescendo dal post lockdown, i rossoneri se riusciranno a mantenere l’indice di efficienza tecnica del 93,5% registrato contro il Bologna, saranno in grado di competere anche per il vertice della classifica. Il Milan si è mostrato una squadra molto aggressiva sia in fase offensiva che difensiva, oltre ad aver un’ottima capacità di palleggio che produce un K-Pass del 95%. Con la guida del MVP di giornata Zlatan Ibrahimovic, la stagione del Diavolo potrebbe riservare inattesi e piacevoli risvolti.

Nonostante la sconfitta subita dal Bologna contro il Milan, nel reparto difensivo dei rossoblù ha giocato un’ottima partita il giapponese Takehiro Tomiyasu. Dopo aver trovato il gol nell’ultimo match contro i rossoneri a San Siro lo scorso 18 luglio, il numero 14 della squadra guidata da Mihajlovic non ha saputo ripetersi in zona offensiva ma ha mostrato grandi capacità da centrale di difesa, nuovo ruolo per lui che ha occupato la corsia destra del reparto nella passata stagione. Nel Monday night contro i rossoneri il classe ’98 è stato ottimo dal punto di vista tattico, con il 95% nel K-Movement ed il 93% nell’indice di stress, evidenziando anche grande affidabilità in fase difensiva, con un indice di aggressività del 95% ed un’efficienza nel pressing addirittura del 97%. La concorrenza nella rosa del Bologna non manca, ma l’arrivo di De Silvestri non sembra preoccupare Tomiyasu, anzi da centrale sembra aver trovato la sua vera dimensione.

Ed infine non si può non sottolineare l’impatto che ha avuto l’ex giocatore del Lille Victor Osimhen del Napoli. Con il suo ingresso in campo il Napoli, che fino a quel momento aveva creato ben poco, ha finalmente trovato il suo punto di riferimento offensivo. Il nigeriano ha cambiato volto alla partita grazie ad una aggressività del 98% ed un indice di efficienza tecnica in linea con i giocatori Top Europei (97%). Anche se non ha trovato la via del gol è stato essenziale per i compagni sia nelle scelte di gioco (K-Solution 98%) che nella capacità di effettuare il passaggio ottimale (K-Pass 96%). Devastante dal punto di vista atletico grazie ad un indice di efficienza fisica del 97%, che arriva al 98% nelle azioni ad alta velocità, questo ragazzo può rivelarsi il vero ago della bilancia per il Napoli di Rino Gattuso.