2
Il puzzle delle panchine della prossima Serie A inizia a delinearsi. Con Cioffi destinato a prendere il posto di Tudor alla guida del Verona dopo aver concluso il suo rapporto con l'Udinese, con l'ex allenatore dei friulani Gotti pronto a ripartire dallo Spezia che si appresta a congedare Thiago Motta, un'altra casella è vicina ad essere riempita. Manca soltanto l'ufficialità, ma proprio l'Udinese ha sciolto le riserve in merito alla sua prossima guida tecnica dopo aver valutato una rosa di profili che negli ultimi giorni si era ridotta a quelli di Andrea Sottil e Leonardo Semplici.

E la scelta è caduta proprio sull'attuale allenatore dell'Ascoli, sotto contratto per un'altra stagione con la formazione marchigiana ma pronto al grande salto dopo una stagione in Serie B che lo ha definitivamente proposto sui grandi palcoscenici grazie ad un campionato concluso al settimo posto posto e che ha portato in dote un'insperata qualificazione ai playoff. Un risultato che ha dato continuità alla salvezza conseguita coi bianconeri nella stagione precedente e che si aggiunge alle due promozioni ottenute da allenatore in carriera, quella col Siracusa dalla Serie D alla C nel 2016 e dalla C alla B col Livorno due anni più tardi. Tra l'altro, da calciatore Sottil ha pure indossato la maglia dell'Udinese dal 1999 al 2003.