829
La Fiorentina torna in testa alla classifica. La squadra di Paulo Sousa sbanca San Siro: una partita quasi perfetta in cui annichilisce l'Inter, che fino ad ora a San Siro non aveva preso nessun gol, segnando 4 reti. Mattatore del match Nikola Kalinic, arrivato questa estate dal Dnipro, autore di una tripletta. Primo posto in coabitazione con i nerazzurri a 15 punti. Aria di alta classifica che mancava dalla stagione '98-'99, con Trapattoni in panchina e Batistuta con il 9 sulle spalle. 

INTER DIVERSA - Un'Inter differente, sia dal punto di vista tattico che da quello mentale. Mancini ha schierato i suoi con il 3-5-2, anche per colpa di Jovetic, fermatosi nel corso del riscaldamento per un infortunio muscolare, con Perisic laterale di destra e Alex Telles a sinistra. Inoltre i nerazzuri sono incappati subito in una serie di errori che fino ad oggi non si erano visti. Prima lo stop sbagliato di Handanovic che favorisce Kalinic bravo a procurarsi il rigore, poi sempre il portiere sloveno che non respinge a dovere una conclusione del connazionale Ilicic, l'espulsione di Miranda e gli ampi spazi lasciati ai palleggiatori di Paulo Sousa. Il primo tempo si chiude con un netto 3-0. Ilicic e due volte Kalinic a fare male.

RIPRESA SOTTO CONTROLLO - La Fiorentina nel secondo tempo ha provato a rallentare i ritmi per controllare meglio la partita. Da una palla inattiva, però, nasce il gol della speranza di Icardi. Speranze definitivamente sepolte dal quarto gol viola, e terzo personale, di Kalinic. La Fiorentina sbanca San Siro. E i tifosi viola, con Paulo Sousa, possono tornare a sognare.