434
La Juventus vince ancora e tiene il passo del Milan: 3-1 al Genoa, Pirlo si riporta a -1 dai rossoneri. E lo fa senza le reti di Cristiano Ronaldo, rimasto a secco, ma con la rinascita di Kulusevski e Morata.

LA PARTITA - Il primo tempo è tutto di marca bianconera, con la squadra di casa che al 4' passa: Cuadrado dribbla Rovella ed entra in area dalla destra, palla a rimorchio per Kulusevski che a giro spiazza Perin, sbloccandosi dopo un periodo personale complicato. Passano meno di venti minuti e la Juve raddoppia: contropiede letale di Chiesa, Perin para la conclusione, palla a Ronaldo che da due passi colpisce il palo, il pallone carambola sui piedi di Morata che invece non sbaglia. Partita che sembra in ghiaccio, ma nel finale di primo tempo Scamacca scalda i guanti di Szczesny e a inizio ripresa trova anche il gol: si libera della marcatura di De Ligt e da solo in area batte di testa il portiere polacco. Che pochi minuti dopo deve superarsi su Pjaca per evitare il pareggio. La Juve va in affanno, ma al 70' trova il gol che chiude l'incontro: Danilo innesca in contropiede McKennie che a tu per tu con Perin non sbaglia. Il Genoa lotta, resta in dieci per l'infortunio di Zappacosta a cambi finiti, ma non trova la rimonta: finisce così, 3-1 per la Juve che tiene il passo delle due davanti.

A FINE PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE L'APPROFONDIMENTO DI ALBERTO POLVEROSI PER 100ESIMO MINUTO!