Il Giudice Sportivo di Serie A ha comunicato le decisioni dopo il 28esimo turno di campionato. Ecco il comunicato ufficiale: 

Ammenda di € 15.000,00 : alla Soc. INTERNAZIONALE per avere i suoi sostenitori assiepati al 2° anello verde, per la quasi totalità, al 1°, 2° e 10°  del primo tempo, intonato cori insultanti di matrice territoriale nei confronti dei sostenitori della squadra avversaria; recidiva specifica.
 
Ammenda di € 4.000,00 : alla Soc. INTERNAZIONALE per avere ingiustificatamente causato il ritardato inizio della gara di circa cinque minuti; recidiva specifica.
 
Ammenda di € 3.000,00 : alla Soc. HELLAS VERONA per avere suoi sostenitori, al 6° del secondo tempo, lanciato sul terreno di giuoco un bengala; recidiva; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all'art. 13, comma 1 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell'Ordine a fini preventivi e di vigilanza.
 
Ammenda di € 2.500,00 : alla Soc. NAPOLI per avere ingiustificatamente causato il ritardato inizio della gara di circa cinque minuti.
 
Ammenda di € 2.000,00 : alla Soc. SPAL 2013 per avere suoi sostenitori, al 48° del secondo tempo, ripetutamente intonato cori insultanti nei confronti del Direttore di gara; infrazione rilevata dai collaboratori della Procura federale.
 
b) CALCIATORI
 
CALCIATORI NON ESPULSI
 
SQUALIFICA PER  UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
 
DE ROSSI Daniele (Roma): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
 
DEL PINTO Lorenzo (Benevento): per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara; già diffidato (Quinta sanzione).

LINETTY Karol (Sampdoria): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
 
PELUSO Federico (Sassuolo): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
 
RAGUSA Antonino (Sassuolo): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).
 
PER PROTESTE NEI CONFRONTI DEGLI UFFICIALI DI GARA
 
AMMONIZIONE
 
OTTAVA SANZIONE
 
BASELLI Daniele (Torino)
 
SETTIMA SANZIONE
 
BUCHEL Marcel (Hellas Verona)
 
AMMONIZIONE CON DIFFIDA (QUARTA SANZIONE)
 
IMMOBILE Ciro (Lazio)
 
PRIMA SANZIONE
 
ZUCULINI Franco (Hellas Verona)
 
PER COMPORTAMENTO SCORRETTO NEI CONFRONTI DI UN AVVERSARIO
 
AMMONIZIONE
 
SETTIMA SANZIONE
 
LULIC Senad (Lazio)
PEZZINI LEIVA Lucas (Lazio)
PULGAR FARFAN Erick Antonio (Bologna)
RADU Stefanel Daniel (Lazio)
 
SESTA SANZIONE
 
BADELJ Milan (Fiorentina)
GAGLIARDINI Roberto (Internazionale)
PERICA Stipe (Udinese)
PEZZELLA German Alejo (Fiorentina)
 
AMMONIZIONE CON DIFFIDA (QUARTA SANZIONE)
 
ALBIOL TORTAJADA Raul (Napoli)
BERTOLACCI Andrea (Genoa)
MURRU Nicola (Sampdoria)
RADOVANOVIC Ivan (Chievo Verona)
 
TERZA SANZIONE
 
ANGELLA Gabriele (Udinese)
ANSALDI Cristian Daniel (Torino)
CACCIATORE Fabrizio (Chievo Verona)
DAINELLI Dario (Chievo Verona)
DEIOLA Alessandro (Cagliari)
LOMBARDI Cristiano (Benevento)
MARTELLA Bruno (Crotone)
 
SECONDA SANZIONE
 
BANI Mattia (Chievo Verona)
CHIELLINI Giorgio (Juventus)
CIONEK THIAGO Rangel (Spal 2013)
GOBBI Massimo (Chievo Verona)
GRASSI Alberto (Spal 2013)
INSIGNE Lorenzo (Napoli)
IONITA Artur (Cagliari)
LAZZARI Manuel (Spal 2013)
MARQUES LOUREIRO Allan (Napoli)
 
PRIMA SANZIONE
 
AVENATTI DOBILAVIC Felipe Nicolas (Bologna)
COSTA MARQUES Guilherme (Benevento)
MAZZITELLI Luca (Sassuolo)
PELLISSIER Sergio (Chievo Verona)
ROMAGNOLI Simone (Bologna)
 
PER COMPORTAMENTO NON REGOLAMENTARE IN CAMPO
 
AMMONIZIONE
 
PRIMA SANZIONE
 
BOLDOR Deian (Hellas Verona)
MATOS SANTOS PINTO Ryder (Hellas Verona)
 
c) ALLENATORI
 
AMMONIZIONE CON DIFFIDA
 
FABBRIZZI Yuri (Spal 2013): per avere, al 15° del secondo tempo, contestato platealmente una decisione arbitrale; infrazione rilevata da un Assistente.
 
d) DIRIGENTI
 
AMMONIZIONE CON DIFFIDA
 
VRENNA Raffaele (Crotone): per essere entrato, al 43° del secondo tempo, indebitamente nel recinto di giuoco, non essendo in distinta di gara, permanendo in panchina fino al termine della gara.

AMMONIZIONE
 
PERINETTI CASONI Giorgio (Genoa): per avere, al 41° del secondo tempo, contestato una decisione arbitrale.