197
Dopo i tre anticipi di ieri, con i successi di Roma, Inter e Juve, riparte oggi la Serie A. La domenica parte subito con i fuochi d'artificio. Al Gewiss Stadium, il Cagliari non si ferma più: anzi, si traveste da Atalanta e continua a stupire. I sardi espugnano anche Bergamo e agganciano proprio gli orobici al quarto posto in classifica. Decide l'autogol di Pasalic nel primo tempo e la rete di Oliva nella ripresa. Pesa, per Gasperini, l'espulsione di Ilicic a fine prima frazione. Il Cagliari trova la sesta vittoria stagionale e sale a quota 21 punti in classifica.

Nelle partite delle 15 spicca la vittoria dell'Udinese, guidata da Gotti, vice allenatore dell'esonerato Tudor, sul campo del Genoa di Thiago Motta. Passano in vantaggio i padroni di casa con Pandev, pareggia De Paul con una magia alla mezz'ora, e nel finale i friulani la vincono grazie alle reti di Sema e Lasagna. Pareggio con tanti gol al "Via del Mare" di Lecce. I neroverdi riprendono due volte i ragazzi di Liverani: ai gol di Lapadula e Falco rispondono Toljan e Berardi. Seconda vittoria consecutiva per il Verona, che supera 2-1 il Brescia in una partita piena di polemiche: decidono la sfida le reti di Salcedo e Pessina, inutile ma comunque bellissimo il gol di Balotelli, che supera Silvestri con un destro che finisce all'incrocio dei pali. Gli scaligeri volano così in classifica all'ottavo posto, con 15 punti all'attivo.

Alle 18.00 è toccato alla Fiorentina di Montella: i viola, a ridosso della zona Europa, si fanno fermare in casa dal Parma di D'Aversa che rimane a -2, con le reti di Gervinho (terza in A quest'anno) e Castrovilli (anche per lui quota 3). Chiudono il programma il posticipo serale tra Milan e Lazio e il monday night tra Spal e Sampdoria.