Dopo i 3 anticipi del sabato prosegue il programma della 36esima giornata di Serie A, la terz'ultima prima della fine di un torneo che ha ancora molti verdetti da emettere.

Uno di questi è sicuramente relativo alla rincorsa ai piazzamenti europei in cui tutto è ancora da decidere. Continua a sperare il Torino che apre il programma domenicale alle 12.30 contro un Sassuolo già salvo: primo tempo choc per gli uomini di Mazzarri, che sbagliano un rigore con Belotti e poi vanno sotto con la gran botta di Bourabia (poi espulso nell'esultanza). Nella ripresa proprio Belotti però è assoluto protagonista e si fa perdonare con il momentaneo 1-1 da due passi. I granata spingono, ma a sorpresa sono ancora i neroverdi di De Zerbi a passare con il tacco di Lirola. In due minuti, arriva la svolta: Zaza scatta sul filo del fuorigioco e fa 2-2, passano due minuti e Belotti firma il sorpasso con una splendida rovesciata, remake del gol realizzato proprio al Sassuolo nel 2017. Il Torino vince e sale così a quota 60, in piena corsa per un posto in Europa.

Alle 15 doppio scontro fondamentale, invece, nella lotta per non retrocedere dove Empoli e Udinese sono distanziate soltanto da 2 punti e si confrontano a distanza e in trasferta rispettivamente contro Sampdoria e Frosinone. I toscani sbancano Marassi: 2-1, due reti arrivate nel secondo tempo. Prima Farias, che col destro, a porta vuota, trasforma in oro un assist di Touré; poi tocca a Di Lorenzo bucare Audero, che respinge il rigore di Caputo ma nulla può sulla ribattuta del terzino destro degli azzurri. Nel finale, la rete, dal dischetto, di Quagliarella. Vince l'Empoli, vince anche l'Udinese: non c'è storia allo Stirpe, con Okaka-Samir-Okaka che regalano la vittoria e una bella boccata d'ossigeno. Nel finale il gol della bandiera dei ciociari con Dionisi. L'Empoli resta terzultimo, ma il Genoa dista un solo punto; i friulani, invece, hanno mantenuto inalterata la distanza ma hanno messo una squadra tra sé e i ragazzi di Andreazzoli. 

Alle 18, in attesa del big match serale fra Roma e Juventus e dei due match del lunedì la Serie A si sposta a Ferrara dove la Spal, già aritmeticamente salva, ospita il Napoli già aritmeticamente secondo: i partenopei sbancano il Mazza, vincendo 2-1 una gara divertente. Apre il primo gol in campionato di Allan, pareggia Petagna dal dischetto, poi è Mario Rui a regalare la vittoria alla squadra di Ancelotti.