293
Torna subito in campo la Serie A, dopo l'anticipo di ieri tra Napoli e Bologna: in campo dalle ore 18.30 tutte le altre squadre, per il 34esimo turno del massimo campionato italiano. Si comincia con Sassuolo-Sampdoria. Espulso Ranocchia a metà primo tempo, ha tirato un calcio a Defrel, su cui aveva già fatto un fallo da ammonizione. La Samp resta in 10 ma resiste, il Sassuolo preme ma sbaglia un rigore al novantesimo con Berardi, che si fa parare il tiro dal dischetto da Viviano. Per la Sampdoria è un punto importante per la salvezza, il Sassuolo frena nella sua corsa all'Europa League.

Alle 20.45 altre sette partite, in attesa del posticipo di San Siro di domani sera, tra Milan e Carpi: grande attenzione viene riposta su Juventus-Lazio e Genoa-Inter, sfide importantissime in chiave scudetto e terzo posto. I bianconeri si impogono con facilità 3-0, l'Inter, invece, cade a Genova 1-0. Il risultato più clamoroso, però, è quello di Roma. Con i giallorossi sotto 2-1, Luciano Spalletti, fischiato dall'Olimpico, al pari di Dzeko, ad inizio gara, fa entrare Francesco Totti che, in due minuti, con due gol, ribalta la partita e consegna 3 punti che profumano di Champions ai giallorossi. Entrato all'86esimo, ha segnato il primo gol all'87esimo. Poi, un minuto dopo, il sigillo su rigore. 3-2 e Torino sconfitto. 

La Fiorentina di Paulo Sousa cade ad Udine, contro i bianconeri di De Canio: Zapata e Thereau decidono il match Chiudono tre sfide salvezza: Chievo-Frosinone che finisce 5-1, Empoli-Verona, 1-0  e Palermo-Atalanta 2-2