89
Dopo le tre partite di ieri, si disputano oggi sei gare per la 32a giornata di Serie A in attesa del posticipo di domani tra Inter e Torino. Prima del match clou tra Napoli e Milan in programma alle 21.45 al San Paolo, si giocano partite importanti soprattutto in chiave salvezza. 

Alle 17.15 apre la gara di Marassi tra Genoa e Spal. Finisce 2-0 per i padroni di casa grazie ai gol di Pandev nel primo tempo e Schone nella ripresa; in mezzo anche un rigore fallito da Iago Falqué. Genoa ora virtualmente salvo a 30 punti, a +1 sul Lecce; Spal ultima a 19 punti, a due punti dal Brescia. La salvezza è sempre più lontana per la squadra di Ferrara.

Alle 19.30 il Cagliari attende proprio il Lecce, reduce dalla vittoria contro la Lazio: occasioni da una parte e dall’altra, con gli ospiti che più volte vanno vicini al gol. Il match termina 0-0, con la squadra di Zenga che resta undicesima (41 punti) e quella di Liverani terzultima a 29 punti, a un solo punto dal Genoa.

In contemporanea, la Fiorentina ospita l'Hellas Verona: finisce 1-1, con gol allo scadere di Cutrone, che risponde alla splendida rete acrobatica di Faraoni del primo tempo su assist di Amrabat (acquistato proprio dal club viola a gennaio per la prossima stagione). Un pari arrivato in pieno recupero, che permette ai viola di raggiungere quota 36 punti e portarsi a +7 sul terzultimo posto. Il Verona resta nono, a due soli punti dal Sassuolo.

Dopo quattro sconfitte consecutive, il Parma pareggia 2-2 contro il Bologna nel finale. Ai gol di Danilo e Soriano rispondono Kurtic e Inglese, al rientro dopo il lunghissimo stop per infortunio. La squadra di Mihajlovic è decima a 42 punti, a quattro lunghezze da Verona e Sassuolo; il Parma resta dodicesimo a 40, a +4 sulla Fiorentina.  

Chiude il programma delle 19.30 la sfida tra Udinese e Sampdoria che vede i blucerchiati vincere 3-1 in rimonta. Vittoria importantissima per la squadra dello squalificato Ranieri, che ribalta l’iniziale vantaggio di Lasagna (quinto gol nelle ultime cinque partite) con Quagliarella - alla prima presenza dopo lo stop per il lockdown -, Bonazzoli (splendido gol in rovesciata) e Gabbiadini nel finale. Samp che si porta a pari merito con l’Udinese a 35 punti.