67
La domenica della 23esima giornata di Serie A inizia alle 12.30, con una partita molto importante in chiave salvezza come Bologna-Genoa; la formazione di Mihajlovic, dopo il colpo di San Siro con l'Inter, non riesce a a ritrovare quel successo che manca dal lontano 30 settembre, ma mette a lungo in difficoltà i ragazzi di Prandelli, salvati da un paio di interventi di Radu. Gli emiliani, avanti col ritrovato Destro (che non segnava in campionato dallo scorso 24 febbraio 2018 proprio contro il Grifone), vengono riacciuffati già nel primo tempo da Lerager, ma si rammaricano soprattutto per la doppia occasioni di Danilo nel finale (traversa su colpo di testa e sinistro messo in angolo dal portiere del Genoa poco dopo). Per Prandelli terzo risultato utile consecutivo dopo la vittoria di Empoli e il pari interno col Sassuolo e zona salvezza tenuta a distanza di sicurezza.

Alle 15, la rincorsa a un posto in Europa torna protagonista con Atalanta-Spal, Sampdoria-Frosinone e Torino-Udinese. I nerazzurri di Gasperini soffrono contro la Spal ma non si fanno sfuggire la possibilità di agganciare momentaneamente al quarto posto Lazio e Roma: il grande ex Petagna colpisce come all'andata, ma nel secondo tempo Ilicic e Zapata ribaltano il risultato per il 2-1 finale. 

Passo falso invece clamoroso per i blucerchiati che, dopo il ko di Napoli, vengono battuti in casa dal Frosinone (Ciofani) e rilanciano le ambizioni salvezza dei ciociari, ora a -2 dall'obiettivo. Rientra in corsa per l'Europa anche il Torino, che domina sull'Udinese passando in vantaggio col primo gol italiano di Aina, ma nella ripresa deve ringraziare Sirigu, che neutralizza il rigore di De Paul (quinta parata sugli ultimi 7 tentativi) e il Var, che annulla per fuorigioco di Lasagna il pari di Okaka. Si fa pericolante la situazione degli uomini di Nicola, ora a +1 dalla zona rossa.

Si chiude in serata, con i due posticipi Sassuolo-Juventus (ore 18) e Milan-Cagliari (20.30).