388
Prosegue con altre 5 gare il weekend della nona giornata di Serie A che vedrà in chiusura i due "derby" del sud e d'Italia Roma-Napoli e Inter-Juve, ma che dal lunch match delle 12.30 e nelle due sfide delle 15 metterà in palio punti importanti per una classifica che rimane corta e con grandi scossoni in vista nelle zone valide per un piazzamento europeo.

Alle 12.30 l'Atalanta fa harakiri nei minuri finali di una gara non semplice contro l'Udinese e si fa agguantare in pieno recupero sull'1-1 finale che non consente a Gasperini (espulso nel finale) di piazzare uno scatto in zona Champions. Di Malinovskyi con un tiro da fuori il gol dei nerazzurri che sblocca la gara, mentre l'uscita a vuoto di Musso nel finale di gara concede a Beto di siglare il pareggio finale. QUI LE FORMAZIONI UFFICIALI

Quattro gol del Verona, quattro gol di Simeone. E tanti saluti alla Lazio. I bianconcelesti hanno trovato un Cholito in versione top player contro il quale non hanno potuto fare nulla. La squadra di Tudor vince 4-1 al Bentegodi, a nulla è servita la rete di Immobile. Sarri viene affondato ancora una volta dall'attaccante argentino, che gli aveva già segnato una tripletta in quel famoso Fiorentina-Napoli che costò lo scudetto agli azzurri. QUI LE FORMAZIONI UFFICIALI

Nell'altra gara delle 15, la Fiorentina vince 3-0 contro il Cagliari ma tutti gli occhi sono puntati su Dusan Vlahovic. L'attaccante serbo prima viene fischiato dai tifosi del Franchi per la scelta di non rinnovare il contratto in scadenza nel 2023, poi non è lui a battere il rigore che sblocca la gara perché sul dischetto va Biraghi (e segna), ma alla fine trova la rete con una delle sue magie. E corre ad abbracciare Italiano che l'ha sempre sostenuto nonostante il momento complicato fuori dal campo. Nel mezzo, il raddoppio di Nico Gonzalez. QUI LE FORMAZIONI UFFICIALI