44
Prosegue il programma della seconda giornata di Serie A dopo i quattro anticipi di ieri (vittorie di Atalanta e Lazio rispettivamente a Torino e Cagliari, rimonta del Benevento in casa Sampdoria e il clamoroso 4-3 tra Inter e Sampdoria).

Si parte alle 12.30 con l'esordio dello Spezia nel massimo campionato italiano: un debutto da dimenticare, perché al Manuzzi di Cesena (stadio impiegato dai liguri per i lavori al Picco) è Sassuolo show con un perentorio 1-4. Djuricic apre i giochi con una magia, risponde prima dell'intervallo Galabinov per il primo gol in A delle Aquile. Ma nella ripresa, è monologo neroverde. Berardi fa 1-2 dal dischetto, passano pochi minuti e Defrel cala il tris prima del definitivo colpo del ko di Caputo: il bomber insacca da due passi e può esultare dopo i tre gol che il VAR gli ha annullato in partita, tutti e tre per fuorigioco.

Alle 15 il Verona, che continua a volare: dopo i tre punti a tavolino conquistati contro la Roma per il caso Diawara, l'Hellas batte anche l'Udinese e resta a punteggio pieno. Decide la zampata nella ripresa di Favilli, entrato per l'infortunato Di Carmine e al primo gol assoluto in Serie A. I friulani, al debutto in questo campionato, recriminano per i legni colpiti da Becao e Samir.

Alle 18 Napoli-Genoa e Crotone-Milan, alle 20.45 Roma-Juventus. Chiude il turno domani (ore 20.45) il derby emiliano tra Bologna e Parma al Dall'Ara.