400
La Juventus batte 3-1 il Milan allo Juventus Stadium e sale, almeno momentaneamente, a più dieci sulla Roma in classifica. Una vittoria meritata contro un Milan che ha fatto vedere buone cose in fase offensiva ma che continua a soffrire troppo in difesa.

PRIMO TEMPO - Allegri schiera il 4-3-1-2 con Vidal alle spalle di Morata e Tevez. Inzaghi invece si affida al tridente Cerci-Menez-Honda. Dopo nemmeno 15' dall'inizio della gara la Juventus è già in vantaggio grazie a Tevez. L'argentino parte in dubbia posizione sulla linea del fuorigioco e una volta arrivato a tu per tu con Diego Lopez non sbaglia. Il Milan si butta in avanti e trova il pareggio su calcio d'angolo: corner di Cerci e capocciata vincente di Antonelli, all'esordio con i rossoneri dopo il trasferimento dal Genoa. La squadra di Inzaghi riesce a godersi l'1-1 solo per tre minuti. Sempre sugli sviluppi di un calcio d'angolo Tevez spizza e Bonucci non sbaglia. La prima frazione si chiude sul 2-1 per i bianconeri.
SECONDO TEMPO - Nella ripresa il Milan sfiora il pareggio con Pazzini (subentrato a Menez, uscito nel primo tempo per un malessere): Buffon però risponde da campione. Il Milan è pericoloso sui calci piazzati, ma soffre i contropiedi della formazione di Allegri. Proprio su una ripartenza arriva il terzo gol della Juve. Tevez serve Marchisio, il centrocampista calcia da fuori area e centra il palo: sulla ribattuta il più lesto di tutti è Morata. Dopo la rete del 3-1, i bianconeri getstiscono la partita e vanno vicini in più occasioni al quarto gol. Il risultato però alla fine non cambia. Questa Juve è ancora troppo forte per il Milan di Inzaghi.