125
Dopo il successo in extremis sulla Fiorentina, la Roma ha un'altra grande occasione per consolidare la propria candidatura a un posto nella prossima Champions League nel match odierno delle 12.30 contro il Genoa. La formazione giallorossa supera di misura i rossoblù grazie al colpo di testa di Mancini (quarto centro stagionale) su corner battuto da Pellegrini.

Gli uomini di Fonseca, privi di Veretout e Dzeko e con Spinazzola e Mkhitaryan inizialmente in panchina, rilanciano El Shaarawy e Pedro alle spalle di Borja Mayoral; dall'altra parte, Ballardini punta tutto su Pjaca a sostegno di Destro, grande ex della partita insieme a Strootman. Il match rimane sempre saldamente in pugno alla Roma che, dopo la rete partita (24'), legittima il risultato con le chance capitate a Pedro e, nella ripresa, a Villar (palo esterno).

Il Genoa si preoccupa principalmente di fare contenimento e in avanti, tolto un bel destro a lato del subentrato Scamacca, fatica a rendersi pericoloso. Per il Grifone si tratta della quinta partita consecutiva senza i 3 punti (seconda sconfitta nelle ultime 3 giornate), che mantiene l'undici di Ballardini in piena bagarre per la salvezza.