482
La Roma frena la corsa del Napoli: 0-0 all'Olimpico tra giallorossi e azzurri, si ferma a otto la striscia di vittorie consecutive per la squadra di Spalletti che ora condivide il primo posto in classifica con il Milan a 25 punti (i partenopei restano avanti per differenza reti).

LA PARTITA - La Roma di Mourinho vuole rialzarsi dopo il ko con la Juventus e il clamoroso 6-1 subito contro il Bodo/Glimt e costruisce la prima vera palla gol della partita con Abraham, ma l'inglese a tu per tu con Ospina calcia a lato. Il Napoli reagisce e prende gradualmente le redini del gioco costruendo alcune palle gol con Osimhen e soprattutto Insigne, che calcia di poco sopra la traversa nel finale della prima frazione. La partita riprende senza cambi e con lo stesso partito, gli azzurri che fanno la partita e i giallorossi che provano a contenere. Al 60', il Napoli si fa molto pericoloso: palo colpito dopo una provvidenziale chiusura di Ibanez e Mancini su Osimhen, Karsdorp nega il gol a Mario Rui sulla ribattuta mandando in angolo e sugli sviluppi del corner il colpo di testa di Osimhen scheggia la parte alta della traversa. La Roma non resta a guardare, si rialza e confeziona due clamorose palle gol: lancio di Karsdorp per Pellegrini che calcia al volo in acrobazia mandando di poco fuori, poi è Mancini con un colpo di testa ad andare vicino al gol. All'82' Mourinho si fa espellere per proteste (doppio giallo), all'89' il brivido: Osimhen sblocca l'incontro di testa, ma il gol viene annullato per fuorigioco. Dall'altra parte Veretout prova la gloria personale direttamente da calcio d'angolo, sventa bene Ospina. Sono le ultime emozioni dell'incontro: 0-0 all'Olimpico, la Roma frena la corsa del Napoli e dopo il triplice fischio Spalletti viene espulso da Massa per un applauso ritenuto polemico dl direttore di gara.

A FINE PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER L'APPROFONDIMENTO DI ALBERTO POLVEROSI PER 100ESIMO MINUTO.