Commenta per primo

Massimo risultato col minimo sforzo per il Milan, a cui basta un gol di Gattuso per vincere in casa di una Juventus sempre più in crisi di risultati e d'identità, col quarto posto utile alla qualificazione in Champions League sempre più lontano. Dopo il netto successo sul Napoli, i rossoneri compiono così un altro importante passo verso lo scudetto, dando dimostrazione di grande solidità e senza subire tiri in porta per la seconda partita consecutiva. Dall'altra parte è notte fonda per la Juve, dove il progetto Del Neri-Marotta sembra vicino al fallimento: i tifosi contestano e inneggiano ai grandi ex Luciano Moggi e Marcello Lippi.

Nel pre-partita il Milan perde Pato fermato dalla febbre: al suo posto Allegri schiera Cassano, con Boateng preferito a Robinho nel ruolo di trequartista. Pato è già tornato a casa insieme a Oddo, anch'egli alle prese con l'influenza. Dall'altra parte, Del Neri non rischia Aquilani, che finisce addirittura in tribuna.

CRONACA:
Pronti, via e c'è subito una palla gol per Ibrahimovic, anticipato all'ultimo momento da Traoré sul bel cross di Flamini. Scampato il pericolo, la Juve si riprende ed aumenta i ritmi tenendo botta. Ma la squadra più pericolosa sotto porta resta il Milan, vicinissimo al vantaggio con Cassano, che al 22' minuto alza troppo la mira da ottima posizione. Sul finire del primo tempo (chiuso senza tiri in porta) viene ammonito Van Bommel.

Ad inizio ripresa Robinho sostituisce Boateng, ko dopo un duro scontro con Felipe Melo, poi arriva subito un cartellino giallo per Gattuso. La prima parata dell'incontro la effettua Buffon, che al 51' blocca senza problemi un debole colpo di testa di Flamini. Il numero 1 si ripete due minuti più tardi, quando respinge in tuffo una botta di Ibra su punizione dalla distanza. La Juve non punge e così Del Neri gioca la carta Iaquinta al posto di Toni. La mossa non dà i frutti sperati e il Milan passa in vantaggio grazie al primo gol stagionale di Gattuso, a segno con un diagonale rasoterra di sinistro dal limite su sponda di Ibrahimovic col petto. Sbloccato il risultato, Allegri inserisce Seedorf per Cassano. A dieci minuti dal novantesimo entra Del Piero, che rimpiazza Matri, ma non succede più nulla.

Serie A - Anticipo 28esima giornata

Juventus-Milan 0-1 
68' Gattuso (M)
 

Get Adobe Flash player


GIOCATA VENERDI':
Lecce-Roma 1-2
32' Vucinic (R), 75' Giacomazzi (L), 90' rig. Pizarro (R)

DOMENICA (ore 15):
Sampdoria-Cesena (ore 12.30)
Bologna-Cagliari
Chievo-Parma
Fiorentina-Catania
Inter-Genoa
Napoli-Brescia
Udinese-Bari
Lazio-Palermo
(ore 20.45)

CLASSIFICA:
Milan 61; Inter 53; Napoli 52; Lazio 48; Udinese 47; Roma 46; Juventus 41; Palermo 40; Cagliari 38; Bologna 35, Genoa 35; Fiorentina 34; Chievo 31, Sampdoria 31; Catania 29; Parma 28, Lecce 28; Cesena 25; Brescia 24; Bari 16.