235
Alla fine del girone d’andata (ma anche prima...) ci siamo accorti che si sta giocando per un solo obiettivo, un solo posto, il quarto. La Juve imprendibile, l’Inter e il Napoli che si baloccano per il podio, la vera battaglia è per l’ultimo posto per la Champions che, concedendo l’accesso diretto ai gironi, economicamente vale quanto la medaglia d’argento e quella di bronzo. Oltre alla salvezza, c’è anche l’Europa League, ma alla fine quei 2-3 posti saranno assegnati alle squadre eliminate dalla corsa alla Champions. Per come è messa la classifica dopo 19 giornate, nella nostra analisi intorno al quarto posto sono contemplate 9 squadre, dalla Lazio che è quarta con 32 punti a Sassuolo e Parma con 25. Poi c’è uno stacco in classifica di 5 punti. A ciascuna abbiamo attribuito una percentuale di successo.
   
LAZIO: 4° CON 32 PUNTI - 26%.
Il recente recupero ai loro livelli di Luis Alberto e Milinkovic è la vera garanzia di Simone Inzaghi. L’anno scorso i laziali lasciarono all’Inter il 4° posto all’ultima giornata nello scontro diretto. Per ora sono leggermente favoriti.

MILAN: 5° CON 31 PUNTI - 24%. Anche per Gattuso potrebbe essere determinante il ritorno al gol di Higuain. A differenza di Lazio e Roma non giocherà le coppe e potrà riservare tutte le energie per la corsa alla Champions. Non solo, delle prime 6 della classifica, tolta la Juve è l’unica squadra che ha fatto più punti del campionato scorso (+6).

ROMA: 6° CON 30 PUNTI - 19%. Una giusta e una sbagliata, la Roma va avanti così. Per ora quella giusta è in Champions, quella sbagliata è in campionato. Se non recupera in fretta il miglior Dzeko, è un problema serio, la vera differenza con la stagione scorsa sono i suoi gol: alla fine del girone d’andata di un anno fa ne aveva segnati 8, adesso appena 2.
   
SAMPDORIA: 7° CON 29 PUNTI - 10%. Con l’Atalanta è la squadra con l’identità di gioco più spiccata. Il suo palleggio è rapido ed elegante e in questi ultimi due mesi ha trovato la straordinaria continuità di Quagliarella, a segno da 9 gare consecutive. Il lavoro di Giampaolo in questi anni doriani è stato straordinario, manca poco per diventare la favorita al 4° posto.
   
ATALANTA: 8° CON 28 PUNTI - 11%. In percentuale abbiamo dato un punto in più rispetto alla Samp perché ci sembra più matura per sorprendere e fare un salto addosso a Lazio, Milan e Roma. Gasperini ha dato vita a una creatura fantastica che, dopo i 6 gol rifilati al Sassuolo, ha il miglior attacco del campionato. Per il ruolo di sorpresa è la nostra candidata.

TORINO: 9° CON 27 PUNTI - 5%. Può provarci, ma non sarà facile. Se Mazzarri riuscirà a stabilire un’intesa perfetta fra Zaza e Belotti allora le speranze aumenteranno.

FIORENTINA: 10° CON 26 PUNTI - 3%. Per avere qualche chances in più dovrebbe segnare tanto di più. Delle prime 12 della Serie A, i viola hanno il secondo peggior attacco dopo quello del Parma. Se Simeone, Chiesa e Pjaca non si svegliano, anche arrivare in Europa League diventa un’impresa. 

SASSUOLO: 11° CON 25 PUNTI - 1%. A inizio stagione ha illuso, ma si è fermata troppo presto. L’abbiamo inserita in questo gruppetto solo per un concetto aritmetico. 
   
PARMA: 11° CON 25 PUNTI - 1%. E’ una vera sorpresa trovarla a metà classifica. La squadra è stata costruita per altri obiettivi...