1618

Il Milan risponde all'Inter e si riprende la vetta solitaria della classifica: i rossoneri sbancano il Bentegodi, 3-1 in rimonta all'Hellas Verona grazie a uno scatenato Sandro Tonali, che nel giorno del suo 22esimo realizza la doppietta che ribalta il vantaggio di Faraoni, prima del gol di Florenzi che chiude i giochi nel finale. La squadra di Pioli torna così prima a +2 sui nerazzurri, con due giornate al termine del campionato servono 4 punti per centrare lo scudetto. Al fischio finale il commento su Twitch del direttore di Calciomercato.com Gianni Visnadi con Emanuele Tramacere.




LA PARTITA - Pioli manda in campo Krunic sulla trequarti con Saelemaekers e Leao alle spalle di Giroud, Tudor risponde con Barak e Caprari a supporto di Simeone. I primi 25' vedono il Milan partire forte, con pressione alta e diverse occasioni create, su tute quelle di Theo Hernandez e Krunic da fuori. Al 16' i rossoneri trovano il vantaggio con Tonali, ma la rete viene annullata dal VAR per fuorigioco dello stesso centrocampista. Il Milan non si ferma e proprio Tonali innesca Calabria, ma sulla sua conclusione è attento Montipò. La reazione del Verona è in due conclusioni di Simeone e Caprari che non creano particolari problemi a Maignan. Poi, al 38', la svolta: Lazovic viene innescato sulla sinistra, cross sul secondo palo dove svetta l'ex interista Faraoni per l'1-0 dell'Hellas. La reazione del Milan è furiosa e nell'ultimo minuto di recupero del primo tempo arriva il pareggio: si accende Leao, entra in area dalla sinistra e mette dentro per Tonali, che da due passi tocca in rete per l'1-1 con cui si va negli spogliatoi. La ripresa inizia senza cambi, il Milan parte forte e al 50' trova il vantaggio: dagli sviluppi di un corner per il Verona parte il contropiede di Saelemaekers, pallone in profondità per Leao che entra in area e serve a Tonali per una doppietta facile e il 2-1 dei rossoneri. La squadra di Tudor prova a reagire e crea una buona occasione con Tameze, Pioli allora opta per i cambi e butta dentro Rebic e Messias per Giroud e Saelemaekers. Al 65' Leao ha l'occasione per il tris calciando sul primo palo, ma Montpò è ttento e respinge. L'Hellas perde Faraoni che accusa problemi fisici, dentro Depaoli e con lui Hongla per Casale. Il Milan risponde con Bennacer per Krunic. La girandola di cambi prosegue, fuori Simeone e dentro Lasagna che al 75' ha una buona occasione di testa, pallone di poco alto sopra la traversa. Al 78' un'ingenuità di Theo Hernandez regala una pericolosa ripartenza a Caprari e Lasagna, ma la difesa del Milan chiude bene. Sutalo rileva Ceccherini, condizionato dai crampi. All'80' Calabia recupera il pallonesulla trequarti e calcia con violenza, Montipò devia in corner. All'82' Gunter colpisce di testa da corner, palla alta. Nel finale Pioli manda in campo Ibrahimovic e Florenzi e proprio il terzino chiude i giochi all'87': entra in area dalla destra innescato da Messias poi scarica un diagonale violento che si insacca nell'angolo basso per il 3-1 che fa esplodere la gioia dei tifosi rossoneri al Bentegodi. Messias avrebbe anche l'occasione del poker in contropiede, ma fallisce calciando alto. Finisce così, il Milan sbanca Verona e torna in vetta a +2 sull'Inter, servono 4 punti nelle ultime due giornate alla squadra di Pioli per centrare l'impresa scudetto.

RESTATE COLLEGATI SU CALCIOMERCATO.COM AL TERMINE DEL MATCH PER LEGGERE L'APPROFONDIMENTO PER 100° MINUTO DI GIANCARLO PADOVAN.