Commenta per primo
Prove tecniche di promozione. Quella che porta direttamente nella massima serie. Domani alle 19 allo stadio Via del Mare di Lecce scenderanno in campo due squadre che ambiscono di rimanere a ruota della capolista Empoli che, si legge in una nota, solitaria viaggia in testa alla classifica con giustificate ambizioni di tornare nella massima serie. Di fronte la seconda e la terza della classe attualmente distanziate tra di loro di un solo punto. Lecce – Salernitana, certamente, è il big match della trentunesima giornata e che vedrà di fronte due tra le formazioni più in forma del momento. A cominciare dai salentini reduci da ben quattro successi di fila con uno 0 – 3 in quel di Frosinone che di fatto ha fatto saltare la panchina ad Alessandro Nesta. Corsari anche i campani nell’ultima di campionato che hanno espugnato, anche se di misura, il terreno del lanciatissimo Brescia portando a dodici i risultati utili consecutivi (otto pareggi e quattro successi). All’andata fini 1 a 1 con i pugliesi che su rigore, messo a segno al 53° da Marco Mancosu, pareggiarono l’iniziale gol di Leonardo Capezzi all’undicesimo. I pugliesi, con il miglior reparto offensivo della cadetteria ma una difesa tra le peggiori del campionato, dovrebbero essere disposti dal tecnico Eugenio Corini con il classico 4 - 3 - 1 – 2. Perdurando il programma di recupero di Listkowski, Gabriel sarà chiamato ancora una volta a difendere la porta con Maggio, Lucioni, Maccariello e Zuta a formare la linea arretrata. Coda, capocannoniere con venti reti della serie cadetta, e Pettinari saranno la coppia d’attacco alle cui spalle agiranno Majer, Tachtsidis e Björkengren. Sul fronte opposto il tecnico Fabrizio Castori con molta probabilità schiererà in porta Belec con i tre difensori Bogdan, Gyomber e Vesali. Gondo e Tutino sarà la coppia d’attacco con un centrocampo formato da Di Tacchio in cabina di regia con Coulibaly e Andrè Anderson al centro e con Casavola e Kiyine sulle corsie esterne. Gli analisti propongono favorita la squadra di casa e bancano il quinto successo di fila a 1,68, particolarmente distante dal 2 a 5,40 e con l’X a 3,45.