Commenta per primo

E’ iniziato ieri sera con l’anticipo Reggina-Bari il campionato di serie B. Nonostante sia la “seconda serie”, il campionato da sempre si presenta non facile, piacevole, intenso, duro e combattutto.

Sono diversi i motivi per cui vale la pena seguire questo campionato, a partire dal fatto che solitamente si presenta piuttosto equilibrato. Calciatori con trascorsi in serie A, giovani promesse future, calciatori in prestito da squadre di Serie A, giocatori esperti e magari con qualche titolo vinto alle spalle, uomini in cerca di rivincite. Tutte queste variabili fanno presagire interesse, agonismo e anche qualche bella giocata, che non guasta mai.

Non sarà un campionato altamente spettacolare, ma piazze forti, come Palermo, Brescia, Novara, Pescara, Bari,Empoli, Siena, Reggina cercano la promozione, cercano conferme e sono in grado di portare allo stadio anche un discreto pubblico. Squadre ambiziose come Spezia, Varese, Cesena, Juve Stabia, Padova, sono in grado di inserirsi nella parte alta della classifica e poi ci sono le rivelazioni, le neo promosse che avranno dalla loro parte sicuramente l’entusiasmo e la voglia di far bene.

Un gioco prevalentemente fisico, a volte rude, genera partite spesso “pesanti”, dure, ma anche avvincenti. Non dimentichiamo che la Nazionale Under 21, che è stata vice campione europea solo un paio di mesi fa, ha in organico moltissimi giocatori provenienti dalle squadre di Serie B. Nuovi talenti quindi desiderosi di mettersi in mostra per avere non solo un palcoscenico su cui esser protagonisti, ma anche un futuro magari presso qualche squadra di serie A o addirittura estera, come è stato già per qualcuno in questi mesi di mercato.

Non è quindi giusto disprezzare la Serie B, capace di generare discrete emozioni, di mostrare reti anche bellissime e di formare buoni talenti, preparandoli per ambizioni maggiori. Il calcio vive e cresce proprio partendo dal basso e la Serie B è un ottimo viatico sia per molte città, sia per la crescita professionale di molti allenatori e calciatori.