8
-1 al gran finale. Domani, alle 14, inizia l’ultima giornata di Serie B, e tanto c’è ancora da scrivere. L’Empoli è già sicuro della Serie A, Entella, Pescara e Reggiana della C, mentre tutto il resto è ancora da decidere: un’altra promozione diretta, 2 posti ai playoff, una speranza playout e 7 squadre coinvolte. Salernitana, Monza, Brescia, Chievo, Spal, Pordenone e Cosenza, eccole le protagoniste assolute della 38esima giornata di Serie B. 

PROMOZIONE DIRETTA - Qui ballano due squadre: Salernitana e Monza. I campani, secondi in classifica, hanno il destino nelle proprie mani; i brianzoli, invece, devono vincere e sperare. La squadra di Castori, che ha 66 punti, contro i 64 di quella di Brocchi, va in campo a Pescara, col Delfino già retrocesso e tornato in C dopo 11 anni, e in caso di vittoria sarebbe certa della promozione diretta; in caso di pareggio e sconfitta, deve sperare che il Monza non vinca contro il Brescia. In casa, Balotelli e compagni devono vincere e attendere: in caso di mancata vittoria della Salernitana (ko o pareggio), i brianzoli sarebbero in Serie A, perché qualora si arrivasse a pari punti gli scontri diretti sarebbero favorevoli al Monza (3-0 e 3-1 i due risultati tra andata e ritorno)
PLAYOFF - Due posti rimanenti. Lecce e una tra Salernitana e Monza accedono direttamente alla fase finale; Venezia, quinto, e Cittadella, sesto, sono già certi di partecipare alla post season; Chievo, Brescia e Spal, invece, tutte e 3 a 53, si giocano gli ultimi due slot disponibili. Il Chievo se la vedrà con l’Ascoli, la Spal con la Cremonese, entrambe già salve, mentre il Brescia ha l’impegno più duro contro il Monza. In caso di arrivo a pari punti a restare fuori sarà la Spal, a causa di una peggior classifica avulsa. 

SALVEZZA - Qui, invece, la situazione ha dell’incredibile, in quanto c’è un vero e proprio scontro diretto e una sorta di playout anticipato, perché il Cosenza, quartultimo, va in casa del Pordenone, quintultimo. 7 i punti di differenza e, pertanto, visto il regolamento che annulla i playoff in casa di 5 o più punti di distanza tra quintultima e quartultima, al Pordenone basterà pareggiare o vincere per evitare i playout e salvarsi. L’unica speranza per i calabresi, quindi, è quella di vincere, tornare a casa col bottino pieno e poi affrontare ai playout ancora una volta i neroverdi. Tanto ancora da decidere, insomma, al vertice come in coda, per un’ultima pazza giornata di Serie B.