Passa agli archivi l’ottava giornata di Serie C, che ha visto tra le protagoniste principali, ancora una volta, la Juventus U23 di Zironelli capace di mettere in grandissima difficoltà il favoritissimo Siena, per la verità ancora in grande crisi di risultati, e bloccarlo sul 2-2 davanti al pubblico del Moccagatta. Sempre meno sorpresa e sempre più certezza è anche il Piacenza, capace di travolgere in trasferta la Pro Patria e volare in vetta al Girone A. Continua anche la marcia trionfale del Catania, vittorioso sulla Paganese, che insidia sempre più da vicino le prime della classe. Chi, invece, continua ad avere grandi difficoltà è il Monza di Berlusconi, sconfitto davanti al proprio pubblico dal Teramo, e scivolato ormai a metà classifica.

GIRONE A - Come detto si è chiuso con un pareggio lo scontro di cartello tra Juventus U23 e Siena, con gli uomini di Zironelli capaci di andare sul 2-0 dopo pochi minuti, salvo essere ripresi dai toscani capaci di reagire ad un momento di crisi che va avanti da troppo tempo. Dopo la lunga attesa legata ai ripescaggi, che ha ritardato la partenza, il Siena non è ancora stato capace di trovare la vittoria in campionato ed ha pareggiato tutte e cinque le partite giocate. Chi torna a vincere è, invece, il Novara, che nonostante la triplice inferiorità numerica (per la verità maturata a risultato già acquisito) ha ragione della Pistoiese e sale a quota 7 punti. Importante poi sottolineare l’avvicendamento in vetta alla classifica tra Carrarese, sconfitta per 4-3 dall’Olbia, e Piacenza, vittorioso per 4-1 sul campo del Pro Patria. E proprio il Piacenza è la grande sorpresa del Girone grazie ad un gioco spumeggiante figlio di un 4-3-3 di stampo Sarriano sta incantando la categoria con una media di due gol netti a partita.  

Risultati: Arzachena-Alessandria 0-1; Pro Vercelli-Pontedera 0-0; Pro Patria-Piacenza 1-4; Pistoiese-Novara 0-2; Juventus U23-Siena 2-2; Arezzo-Albissola 2-0; Pro Piacenza-Cuneo 0-1; Carrarese-Olbia 3-4; Gozzano-Pisa 0-2.

Classifica: Piacenza* 16; Pisa*, Arezzo* 14; Carrarese 13; Juventus U23 11; Lucchese*, Pro Vercelli**, Pro Piacenza*, Olbia, Alessandria* 10; Pontedera*, Cuneo* 9; Novara** 7; Pro Patria, Arzachena** 6; Siena**, Pistoiese 5; Gozzano 4; Entella*** 3; Albissola* 1.

GIRONE B - Pordenone sempre più protagonista del girone grazie alla vittoria interna sul Renate; i friulani sono saliti a 18 punti in classifica a +4 sulla Fermana, capace di avere la meglio nel big match di giornata contro il Vicenza. Altro successo anche per l’Imolese, neopromossa rivelazione del girone, che vince 3-1 il derby con il Rimini e vola al quarto posto in classifica a quota 13. Battuta d’arresto, invece, per Süditrol, Triestina e Ravenna che non riescono ad andare oltre al pareggio nelle rispettive sfide con Gubbio, Ternana e Feralpisalò.

È GIÀ CRISI - La vera domanda sul Girone B, però, è: si può già parlare di crisi per il Monza di Berlusconi? Probabilmente sì, o almeno questo raccontano i numeri di una squadra che dal momento dell’arrivo dell’ex patron del Milan non è più riuscito a trovare la vittoria. Nelle prime tre di campionato il Monza si era candidato ad un ruolo da protagonista nel girone grazie ai 9 punti raccolti e ad una porta che era sempre rimasta imbattuta. Dal momento dell’approdo in società di Berlusconi e Galliani, però, qualcosa sembra essersi rotto, perché nelle ultime cinque il Monza ha raccolto appena due punti, incassando 7 gol e segnandone appena due. Un calo inatteso ed imprevisto che ha convinto la nuova società a chiamare un fedelissimo di Berlusconi come Brocchi per affidargli le redini di una squadra che ha necessariamente bisogno di una scossa. La Perché la classifica è ancora corta, nonostante la sconfitta interna col Teramo, ma le prime della classe stanno iniziando a correre e se la Serie B è davvero l’obiettivo principale di questo Monza sarà necessario rimettersi in carreggiata al più presto.

Risultati: Triestina-Ternana 1-1; Monza-Teramo 0-1; Gubbio-Südtirol 0-0; Fermana-Vicenza 2-0; Albinoleffe-Vis Pesaro 0-2; Fano, Sambenedettese 1-1; Ravenna-Feralpisalò 1-1; Pordenone-Renate 2-1; Virtus Verona-Giana Erminio 0-3; Imolese-Rimini 3-1.

Classifica: Pordenone 18; Fermana 14; Vicenza, Imolese, Südtirol 13; Triestina, Ravenna 12; Monza, Vis Pesaro, Feralpisalò* 11; Teramo 10; Ternana**, Giana Erminio 9; Gubbio 8; Fano 7; Sambenedettese 7; Rimini* 7; Virtus Verona 6, Renate 5, Albinoleffe 4. 

GIRONE C - Non si può più parlare di sorpresa per quanto riguarda la Juve Stabia, protagonista fino a questo punto di un campionato perfetto; i campani, infatti, hanno raccolto sei vittorie in altrettante partite giocate, mettendo a segno 17 gol (circa tre di media a partita) e incassandone appena 3. Juve Stabia a punteggio pieno ma solo seconda alle spalle del Trapani che, però, ha giocato due partite in più. Siciliani che sono saliti a quota 18 grazie alla vittoria per 3-0 sul Rieti e che continuano quindi a guardare tutti dall’alto. Vince anche il Catania che prosegue nella sua marcia di avvicinamento alle prime; gli etnei, vittoriosi per 4-2 sul campo della Paganese sono saliti a 13 punti con tre partite da recuperare e restano i favoriti alla vittoria finale, anche se questa Juve Stabia inizia a fare davvero paura per solidità e risultati. E quello che sembrava destinato ad essere un duello per la promozione tra Catania e Trapani, sembra aver guadagnato un’altra seria pretendente alla vittoria del girone.

Risultati
: Trapani-Rieti 3-0; Paganese-Catania 2-4; Vibonese-Sicula Leonzio 1-0; Matera-Casertana 2-2; Juve Stabia-Monopoli 2-1; Siracusa-Potenza 0-1; Rende-Bisceglie 3-0; Reggina-Virtus Francavilla 0-1.

Classifica: Trapani 19; Juve Stabia** 18; Rende 15; Catania**, Vibonese 13; Casertana 11; Catanzaro*, Virtus Francavilla, Potenza 9; Monopoli*, Cavese, Sicula Leonzio, Bisceglie* 8; Reggina*, Rieti 7; Matera* 4; Siracusa** 3; Paganese* 1; Viterbese**** 0.