Commenta per primo
Il Presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli ha parlato al termine del Consiglio Federale svoltosi oggi della decisione presa dalla FIGC di far ripartire i campionati professionistici ribadendo tutta la sua perplessità:

NON SIAMO IN GRADO - "La Serie C ha una sua evidente specificità nel campo professionistico, altrimenti non si capirebbe perché ci sono A, B ed appunto Serie C. Noi non siamo in grado di tornare a giocare, ce lo hanno detto anche i sessanta medici sociali, dovevamo fare gli ipocriti e non parlare il linguaggio della verità? Il calcio va veramente riformato nella sua cultura. Noi non siamo in grado di assicurare la certezza delle misure per salvaguardare la salute".

PLAYOFF E PLAYOUT - "Quello che si sa del nuovo protocollo ci porta a dire che sarà ancora più dura per i nostri club. Discuterò ancora una volta con i presidenti con la stessa chiarezza con cui ho sempre fatto. Poi qualcuno può andare a sollecitare scrivendo lettere per giocare i playoff. Playoff e play out si potrebbero disputare? Abbiamo votato alla luce del sole, ne torneremo a discutere. Io non voglio sfidare nessuno, non c’è una lotta di potere, almeno per me contano solo la Serie C e i valori del calcio: al primo posto c’è la salute".