1
Il girone d'andata di Serie C si è chiuso nel weekend confermando la supremazia di Renate e Ternana, ufficialmente campioni d'inverno, anche se entrambe avevano già ipotecato il titolo da diverso tempo. Sia le Pantere che gli uomini di Lucarelli, infatti, hanno vissuto una prima parte di stagione di altissimo profilo, staccando le dirette concorrenti e guadagnandosi il ruolo di favorite per la vittoria finale. In particolar modo la Ternana che è stata la migliore squadra della Serie C fino a questo punto, sia per i risultati che per il gioco espresso che, con ogni probabilità varranno la Serie B alla fine del campionato.

EQUILIBRIO - Ben diversa, invece, la situazione del Girone B, nel quale il Modena ha perso proprio sul più bello il primato a causa della sorprendente sconfitta contro la Virtus Verona. Ne ha approfittato il Sudtirol, balzato al primo posto. Questo però non basta a regalare agli uomini di Vecchi il titolo di campioni d'inverno, perché c'è il Padova a -1 che deve ancora recuperare una partita e che, quindi, potrebbe operare un ulteriore sorpasso in quello che è il  girone più affascinante ed equilibrato degli ultimi anni. I valori di forza del B, infatti, restano ancora tutti da scoprire, con le prime cinque squadre racchiuse in appena due punti e la lotta che si preannuncia equilibrata e bellissima.

GIRONE A - Proprio nell'ultimo turno i campioni d'inverno hanno rallentato pareggiando per 1-1 con la Lucchese e permettendo al Como di tornare a -5 (con una partita da recuperare). Delude ancora l'Alessandria, 0-0 con la Pro Patria, in una partita che doveva portare al cambio di passo per tenere il ritmo con le prime due e che invece ha solo ulteriormente certificato un percorso non all'altezza delle aspettative estive. Solo X anche per la Juve U23, che sale comunque a quota 29, a -3 dal terzo posto della Pro Vercelli in una prima parte di stagione che si può definire positiva anche se non sfavillante come alcuni si aspettavano.
GIRONE B - Vincono Sudtirol, Perugia, Padova e Cesena, perdono Modena e Sambenedettese, con le posizioni che iniziano a sgranarsi leggermente. Ora il quinto posto dei romagnoli vale cinque punti in più rispetto al sesto di Maxi Lopez e compagni, ma la classifica resta comunque molto corta. Da rimarcare il percorso del Cavalluccio, alla settima vittoria esterna in campionato e all'undicesimo risultato utile consecutivo: un percorso sorprendente che certifica la bontà del progetto del Cesena, pronto a tornare nel calcio che conta a stretto giro di posta. 

GIRONE C - Il Bari vince sul campo del Bisceglie, ma non accorcia sulla Ternana che prosegue la propria marcia con la quattordicesima vittoria in diciotto partite stagionali. Gli uomini di Lucarelli restano a +8 sul Bari, a distanza di sicurezza, con il club di De Laurentiis che sembra destinato ad un altro deludente secondo posto, maturato dopo troppi passi falsi per una big del campionato che mirava a dominare il campionato. Vince anche il Catania che supera il Foggia sia in campo che in classifica, poratndosi a ridosso del terzo posto dell'Avellino. Male invece il Palermo che dopo quattro risultati utili consecutivi perde contro la Virtus Francavilla e perde l'occasione di agguantare la Turris.