13
La Serie C continua a regalare sorprese ed emozioni nel weekend che chiude la nona giornata di campionato: il Girone A continua ad essere animato dalla sfida a distanza tra Livorno e Robur Siena che comandano da diverso tempo la classifica. Nel Girone B, invece, sono sempre Sambenedettese e Pordenone che guidano il gruppo, appaiate a quota 19. Sorpresa, per chiudere, nel Girone C, con il Lecce di Liverani che incappa in uno stop difficilmente pronosticabile alla vigilia contro l'Akragas e si vede avvicinare dal folto gruppo delle inseguitrici capitanato dal Catania.

GIRONE A - Ad animare i giochi sono sempre Robur Siena e Livorno, che stanno dimostrando di avere una marcia in più rispetto a tutte le altre. I bianconeri hanno ottenuto una vittoria sporca, da grande squadra, piegando la Pro Piacenza solo nel finale, mentre gli amaranto hanno travolto il Cuneo con un perentorio 4-0. Alle spalle della coppia di testa si rilancia l'Olbia, che approfitta del passo falso del Pisa fermato dal Gavorrano, e guadagna la terza posizione grazie alla vittoria ottenuta sul campo dell'Arezzo. Altra giornata agrodolce per l'Alessandria, che continua a non segnare (quasi) mai e incappa in uno 0-0 nella sfida contro l'Arzachena. Sono 8, ora, i punti per i piemontesi che restano nei bassifondi della classifica.

Risultati: Robur Siena-Pro Piacenza 1-0 (venerdì), Arezzo-Olbia 0-1, Arzachena-Alessandria 0-0, Cuneo-Livorno 0-4, Giana Erminio-Carrarese 2-2, Pisa-Gavorrano 0-0, Pistoiese-Lucchese 2-2, Prato-Monza 2-3, Piacenza-Viterbese (lunedì 16 ore 20.45). Riposava: Pontedera.

Classifica: Robur Siena 21 punti; Livorno 20; Olbia 17; Pisa 16; Monza e Viterbese 15; Arzachena, Carrarese e Piacenza 13; Lucchese 12; Arezzo e Pistoiese 10; Cuneo e Giana Erminio 9; Alessandria 8; Pro Piacenza 6; Prato e Pontedera 5; Gavorrano 1.

GIRONE B - Rallentano le prime della classe, con il big match di giornata tra Renate e Sambenedettese finito in parità; non approfitta il Pordenone che viene fermato dall'Albinoleffe e perde l'occasione di prendere la testa solitaria della classifica. Segue a ruota il Bassano, che stampa un risultato fotocopia e pareggia 1-1 sul campo della Triestina. Nelle zone meno nobili della classifica, invece, riposa il Modena, che resta ultimissimo a -1 in attesa di capire se la nuova società targata Taddeo riuscirà a risolvere i problemi economici del club per evitare la radiazione; continuano a faticare Fano, sconfitta dal Gubbio nel match "salvezza", e Santarcangelo, travolto per 5-0 dal Sudtirol. 

Risultati: Teramo-Padova 2-1, Albinoleffe-Pordenone 1-1, Bassano-Triestina 1-1, Fermana-Vicenza 0-0, Gubbio-Fano 3-2, Mestre-Reggiana 1-0, Ravenna-Feralpisalò 0-1, Renate-Sambenedettese 1-1, Sudtirol-Santarcangelo 5-0. Riposava: Modena.

Classifica: Sambenedettese e Pordenone 19 punti; Bassano 18; Renate 17; Padova 16; Mestre e Vicenza 15; Albinoleffe 14; Feralpisalò 13; Fermana 12; Sudtirol 11; Teramo e Triestina 10; Ravenna 9; Gubbio e Reggiana 8; Fano e Santarcangelo 4; Modena(-1) -1.

GIRONE C - La grande sorpresa di giornata è sicuramente il passo falso del Lecce che, dopo un filotto straordinario di quattro  vittorie, non va oltre lo 0-0 nel match casalingo contro l'Akragas. Non si fa sfuggire l'occasione di riavvicinarsi alla vetta il Monopoli, che sbriga la pratica Caserta in totale serenità e si porta a 2 punti dal Lecce. Risale anche il Matera, che dopo un avvio di stagione stentato si porta alle spalle delle primissime grazie al successo sul Catanzaro del neo allenatore Dionigi. Stop a sorpresa, invece, per il Trapani che pareggia contro il Racing Fondi ultimo in classifica.

CATANIA DA RECORD - Protagonista assoluta di giornata, però, è il Catania di Cristiano Lucarelli che si aggiudica il derby siciliano con il Siracusa e si porta a meno 1 dal Lecce capolista (con una gara in meno rispetto agli uomini di Liverani). Il Catania ribadisce quindi la sua superiorità nel Girone C dimostrando di essere una squadra già pronta per i campionati maggiori. Impossibile non sottolineare la solidità difensiva dei siciliani che non subiscono gol da 552 minuti; gli uomini di Lucarelli, infatti, non vengono bucati dal due settembre, in occasione della sfida contro il Caserta. Sono solo due le reti subite in campionato daI siciliani che si confermano migliore difesa d'Italia: meglio di Inter, Napoli e Roma che ne hanno subite cinque. Numeri da record, numeri da Serie B per questo Catania sempre più lanciato verso la vittoria del Girone e, probabilmente, del campionato.

Risultati: Bisceglie-Rende 0-0, Casertana-Monopoli 0-3, Catanzaro-Matera 0-2, Lecce-Akragas 0-0, Paganese-Virtus Francavilla 2-2, Racing Fondi-Trapani 1-0, Reggina-Fidelis Andria 2-0, Sicula Leonzio-Juve Stabia 0-0, Siracusa-Catania 0-1. Riposa: Cosenza.

Classifica: Lecce 20 punti; Catania 19; Monopoli 18; Matera(-1) 16; Virtus Francavilla 15; Siracusa e Trapani 14; Bisceglie e Reggina 12; Rende 11; Catanzaro* 10; Akragas e Juve Stabia 9; Casertana e Paganese 7; Fidelis Andria e Sicula Leonzio* 6; Cosenza e Racing Fondi 5 * 1 partita in meno