Turno pre natalizio di Serie C che si chiude con diversi risultati importanti, su tutti le vittorie di Monza e Catania, che grazie ai rispettivi successi su Fermana e Cavese si rilanciano dopo aver passato un mese di grandi difficoltà. In particolar modo nel caso della squadra di Berlusconi, che dal momento dell’arrivo del nuovo patron non è mai riuscita ad imporsi in un girone che ha visto i lombardi scivolare sempre più lontano dalla vetta. La vittoria contro la Fermana, che era terza prima della sfida contro il Monza, rappresenta il primo step di crescita di una società che con l’apertura del mercato potrà rivoluzionare in positivo una stagione partita con il freno a mano tirato.

RITORNANO LE GRANDI
- Il turno di campionato natalizio è stato estremamente positivo per quasi tutte le grandi annunciate, che hanno trovato successi importanti utili per mettere punti ed entusiasmo in cascina prima di fermarsi per la pausa. E quindi il Catania dopo diverse partite sotto tono ha ritrovato la brillantezza grazie alla prestazione maiuscola contro la Cavese, demolita con cinque reti al Massimino. E proprio Catania e Monza sono due delle grandi assenti in questa prima parte di campionato. Un campionato che entrambe le squadre volevano vivere da protagoniste e che per il momento ha avuto una storia diversa. Perché il Catania non ha mai superato i disagi legati al mancato ripescaggio e nei primi tre mesi di campionato ha pagato dazio nei confronti delle altre grandi del girone. Il Monza, al contrario, partito benissimo, si è spento col passare delle settimane fino a scivolare fuori dalla zona playoff. Ma questo Natale sembra aver dato la svolta alle stagioni delle due squadre, che potrebbero essere le grandi rivelazioni del 2019.

GIRONE A - Prosegue il momento di crisi della Carrarese, che esce sconfitta dalla trasferta di Cuneo e scivola al terzo posto, a -5 dal Piacenza capolista. Anche la Pro Vercelli approfitta del passo falso degli uomini di Baldini e fa un balzo importante in classifica grazie alla vittoria raccolta sul campo del Pro Piacenza. Successo di livello per l’Entella, che porta a casa tre punti d’oro dalla sfida con la Juventus U23 sale a -10 dal primo posto con cinque partite da recuperare sulla capolista. 

Risultati: Siena-Novara 1-1; Pro Piacenza-Pro Vercelli 0-3; Pistoiese-Arzachena 2-0; Pisa-Pro Patria 0-2; Olbia-Piacenza 0-1; Gozzano-Arezzo 0-1; Cuneo-Carrarese 2-0; Alessandria-Pontedera 1-1; Lucchese-Albissola 2-2; Entella-Juventus U23 1-0.

Classifica: Piacenza* 36; Pro Vercelli** 32; Carrarese 31; Arezzo 30; Pisa* 28; Pontedera 27; Entella****** 26; Siena** 25; Pro Patria 24; Novara*, Cuneo* 22; Gozzano, Juventus U23 18; Alessandria 17; Albissola 16; Pro Piacenza** 15; Pistoiese**, Olbia*, Arzachena 14; Lucchese 10.

GIRONE B -  Rallentano quasi tutte le prime della classe, tra le quali anche il Pordenone capolista, che non va oltre l’1-1 sul campo della Giana Erminio, ma guadagna un punto sulla Triestina seconda che cade sul campo del Teramo. Passo falso anche per la Vis Pesaro che porta a casa un pareggio dalla sfida sul difficile campo di Rimini. Classifica che, quindi, vede il Pordenone sempre più in fuga e dodici squadre in appena sette punti, con la lotta alla qualificazione playoff e al secondo posto che restano apertissime ad ogni tipo di scenario

Risultati: Teramo-Triestina 2-0; Südtirol-Imolese 1-1; Rimini-Vis Pesaro 1-1; Gubbio-Sambenedettese 0-0; Albinoleffe-Virtus Verona 1-0; Giana Erminio-Pordenone 1-1; Fermana-Monza 0-1; Fano-Vicenza 0-0; Ravenna-Ternana 3-2; Feralpisalò-Renate 0-0.

Classifica: Pordenone 36; Triestina, Ravenna 29; Vis Pesaro, Fermana 28; Ternana*, Imolese 27; Feralpisalò, Südtirol 26; Vicenza 25; Monza 24; Sambenedettese* 23; Rimini 22; Teramo 20; Gubbio 18; Fano, Giana Erminio 17; Albinoleffe, Virtus Verona, Renate 16.

GIRONE C - Il rullo compressore Juve Stabia demolisce 4-0 il Matera e prosegue nella propria marcia trionfale che sembra destinata a terminare con una indiscussa vittoria del Girone C. Alle spalle dei campani, oltre al Catania, vincono anche Catanzaro, 3-1 sul Siracusa, e Trapani, con lo stesso punteggio sul campo della Paganese. Si ferma invece il Rende, che davanti al proprio pubblico non riesce ad avere ragione di una Viterbese ritrovata, capace di bloccare l’ex seconda in classifica sull’1-1 e guadagnare un punto importante nella corsa alla salvezza, che appare più incerta che mai, con cinque squadre in lotta per allontanarsi dalla zona playoff.

Risultati: Rende-Viterbese 1-1; Paganese-Trapani 1-3; Juve Stabia-Matera 4-0; Catania-Cavese 5-0; Potenza-Casertana 1-0; Reggina-Vibonese 2-0; Monopoli-Rieti 1-0; Catanzaro-Siracusa 3-1; Bisceglie-Virtus Francavilla 0-0.

Classifica: Juve Stabia* 42; Trapani* 33; Catanzaro**, Rende, Catania** 31; Monopoli** 28; Potenza* 25; Reggina**, Vibonese* 23; Casertana* 22; Cavese**, Sicula Leonzio* 19; Virtus Francavilla** 17; Rieti* 16; Bisceglie* 15; Siracusa** 14; Viterbese******** 9; Matera* 8; Paganese* 5.