11
E' partita a rilento la stagione della Juve U23, che non sembra aver ancora trovato i giusti equilibri per essere competitiva con le migliori squadre del Girone A. Lo dimostrano i risultati deludenti di questa prima fase di campionato: i bianconeri, infatti, hanno collezionato solo cinque punti in cinque partite, con una vittoria all'esordio cui hanno fatto seguito due sconfitte e due pareggi. Troppo poco per una realtà che negli ultimi aveva abituato a mostrare ottime cose.  

CALENDARIO DIFFICILE - Di certo il calendario non ha aiutato la Juve, che nelle prime cinque ha già affrontato il Padova, favorito alla vittoria del campionato, il Pordenone, a sua volta tra le top nel raggruppamento A, e il Renate, che in questi ultimi anni si è ritagliato un posto di spessore nei piani alti della classifica. Scontri estremamente complicati, cui è seguito, però anche un pareggio con la Pergolettese nell'ultimo turno. Una 'X' contro un'avversaria diretta per la qualificazione ai playoff, che ha lasciato un po' di amaro in bocca alla Juve. Soprattutto in virtù del fatto che un successo avrebbe permesso ai giovani bianconeri di tornare nelle prime dieci posizioni del campionato. 
RIPARTENZA - Già dalla prossima, comuqnue, non ci saranno più scuse per i ragazzi di Brambilla, che scenderanno in campo contro il Piacenza fanalino di coda: un'ottima occasione per ripartire con il piede giusto dopo un avvio di stagione a rallentatore. Un po' come la prima squadra, a sua volta zoppiccante durante questi primi mesi di Serie A, che nell'ultimo turno di campionato contro il Bologna pare aver ritrovato la propria rotta, anche all'Under 23 serviranno una prestazione e un risultato convincenti: perché dei giovani o dei grandi che sia, la Juve gioca sempre per vincere.