8
Pochi giorni fa si era parlato dei fantasmi del Bari, che ancora una volta si è trovato a fare i conti con un'altra avversaria di altissimo livello nel proprio girone. E dopo lo scontro diretto con la Ternana (fonte foto: profilo Twitter Ternana) di domenica, questa sensazione è diventata una solidissima realtà: perché i pugliesi sono crollati in casa contro la squadra allenata da Lucarelli, in questo momento davvero troppo forte per chiunque in Serie C. 

NUMERI DA RECORD - La Ternana sta dimostrando partita dopo partita di essere una macchina quasi perfetta, con quasi tre gol di media segnati a partita e appena sei reti subite in undici partite di campionato. Otto vittorie, di cui le ultime sette consecutive, tre pareggi e zero sconfitte in campionato e ora anche il 3-1 rifilato al Bari in trasferta. Questa Ternana, insomma, fa davvero sul serio e ora che il distacco è di sette punti sulle inseguitrici (anche se Bari e Teramo hanno rispettivamente una e due partite da recuperare) la sensazione è davvero che la il percorso per la Serie B sia segnato. Per il Bari, quindi, questa si preannuncia come l'ennesima stagione nella quale dover fare i conti con un avversario apparentemente troppo forte, con De Laurentiis che rischia di dover rimandare ancora una volta il momento della promozione diretta in B. 

GIRONE A - Il Renate continua a macinare risultati e a sorprendere, tenendo la testa della classifica in attesa dei recuperi che vedranno protagonista la Pro Vercelli, seconda a -2 e con due partite da recuperare. Resta a contatto anche la Carrarese, che grazie al successo sul Livorno mantiene un ritardo di appena tre lunghezze sulla prima. Ottimo successo anche per l'Alessandria, che grazie alla vittoria sul Piacenza rialza la testa portandosi al quinto posto. 
GIRONE B - Il Padova non lascia neanche le briciole al pur ottimo Matelica e con un rotondo 3-0 si riprende la testa della classifica, complice il pareggio del Perugia sul campo del Carpi. Vince anche la Feralpisalò, nel big match contro la Triestina, e agguanta al terzo posto il Modena. Ottimo momento anche per il Cesena di Viali, che domina il derby col Ravenna grazie alla doppietta di Ardizzone e al giovane Koffi, giovanissimo esterno d'attacco arrivato in prestito dalla Fiorentina, autore di una rete ed un assist. 

GIRONE C - Torna a vincere il Teramo, che affonda il Catania, scivolato fuori dalla zona playoff, anche se con ben tre partite da recuperare. Sale invece il Palermo, che vince 2-1 con la Paganese e agguanta proprio gli etnei a quota otto punti in classifica. Derby di Sicilia, quindi, per un piazzamento in zona playoff, decisamente alla portata, almeno dal punto di vista tecnico, di entrambe le squadre, che saranno però chiamate ad un campionato di rincorsa dopo un avvio di stagione stentato.