60
Xherdan Shaqiri di nuovo in Italia? L’esterno offensivo del Liverpool, visto con la maglia dell’Inter nel Mancini bis, parla al Corriere dello Sport e apre alla possibilità di tornare in Serie A, strizzando l’occhio alla Lazio di Maurizio Sarri: “Fortunatamente il calcio ha realizzato molti dei miei sogni. Ho avuto la fortuna di giocare con grandi squadre e di vincere molti titoli. Chissà, forse potrei ottenere qualcosa anche con la Nazionale svizzera... Il contratto? Scadenel 2022, nel 2018 firmai un quadriennale”: 

IL FUTURO - “L’importante in questo momento della mia carriera è poter giocare regolarmente, ma non è sempre stato così nelle ultime tre stagioni. Per questo ho detto al Liverpool che mi sento pronto per una nuova sfida. Hanno accettato il mio desiderio e valuteranno seriamente le offerte che arriveranno. Non mi ostacoleranno”. 

DOVE GIOCARE - “Ho solo 29 anni, ho giocato in alcuni dei migliori campionati d’Europa e vorrei continuare a farne parte. Non sto ancora pensando alla fine della mia carriera, è un futuro che immagino lontano, vedremo cosa ha in serbo il destino. Italia? Non ho conversazioni dirette, il mio team di consulenti si occupa di mercato. Mi informano quando ci sono club interessati, per i nomi bisogna chiedere a loro”. 
SULL’ITALIA - “Penso che non sia solo una mia opinione che il calcio in Italia si sia sviluppato in modo sostanziale negli ultimi anni. La vittoria dell’Europeo è lì che lo testimonia, un risultato meritato. Basta dare un’occhiata a quanti giocatori della Premier League sono stati trasferiti in Serie A. L’Inter? A volte nel calcio capita di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. Non mi pento, ogni esperienza ti porta più avanti nella vita”. 

SULLA LAZIO - “Igli Tare da anni sta facendo un ottimo lavoro alla Lazio. Se è vero che ha una grande stima nei miei confronti ne sono onorato. Seguo la Lazio da tanto tempo, è un top club. Il 4-3-3 di Sarri? In generale, anche per le mie caratteristiche, mi piace giocare un calcio più offensivo e Sarri lo pratica. Sarebbe intrigante”. 

DERBY ROMANO CON XHAKA - “Beh, non è difficile da immaginare, abbiamo già giocato molte volte l’uno contro l’altro essendo in diversi club. Gli auguro il meglio, può far bene anche in Italia. Mai dire mai nella vita e nel calcio”.