Commenta per primo
Il ct dell'Ucraina Andriy Shevchenko ha diramato un comunicato in difesa di Roman Zozulya, attaccante rimasto ai box dopo che i tifosi del Rayo Vallecano hanno bloccato il suo arrivo definendolo nazista: "Noi, i giocatori e gli allenatori della nazionale ucraina siamo indignati per la situazione che si è sviluppata intorno al nostro compagno e amico Zozulya. Roman è sempre stato ed è un professionista, un patriota e una persona meravigliosa. Le accuse contro di lui sono offensive, tutti lottiamo per il bene dell'Ucraina. Roman è ostaggio di intrighi politici e questo è inaccettabile tenendo conto delle regole internazionali del calcio. I compagni e il personale tecnico dell'Ucraina danno il loro pieno appoggio a Roman Zozulya. Invitiamo le autorità competenti a dare una valutazione giuridica esatta alla questione. Speriamo che il giocatore possa continuare con successo la sua carriera tra club e nazionale".