4
Lo storico attaccante del Milan, Andriy Shevchenko, ha parlato a Milan TV in vista della sfida di Champions League dei rossoneri contro l'Atletico Madrid a San Siro.

LA CHAMPIONS - "Secondo me I giocatori del Milan, quelli che indossano la maglia del Milan, hanno un sangue diverso per questa competizione. Ho avuto anche un po’ di storia con la Dinamo Kiev, i primi passi da giocatore sono stati la. Il Milan però è stata un’altra storia, una storia bellissima. Due finali di Champions League, soprattutto la prima è stata un’emozione fantastica. Per me, come giocatore giovane che giocava nella Dinamo Kiev, la Champions League era una grande vetrina. Attraverso le partite di Champions sono riuscito a conquistare l’Europa giocando bene e facendo tanti gol".

APPROCCIO - “Deve avere un approccio diverso, la Champions è una competizione con grande storia, c’è un legame con il Milan incredibile. Quando giochi contro le squadre più grande del mondo, competi contro i giocatori più bravi del mondo, ti dà una carica. Per i tifosi del Milan la Champions League era qualcosa di più, quando giocavi a San Siro lo stadio era sempre pieno. Abbiamo disputato bellissime gare, segnare gol davanti al pubblico rossonero è un’emozione incredibile”.
STORIA - "il Milan aveva una grande storia e questa storia è passata dalle vecchie alle nuove generazioni: il Milan ha sempre avuto una grande storia in Champions League. Sicuramente quando indossi la maglia del Milan quella storia passa attraverso di te, ti rende più sicuro di te, ti rende più forte”.

AJAX E INTER - “Ricordo soprattutto due partite. Quella contro l’Ajax: ci abbiamo creduto fino alla fine e abbiamo fatto gol all’ultimo minuto, questo è stato un segno per tutti noi. Poi la partita contro l’Inter sicuramente. Noi ci credevamo, la squadra era pronta per giocare la finale. E la finale è stata bellissima, anche se tanti dicono che non è stata una bellissima partita per noi calciatori è stata una battaglia che siamo riusciti a vincere”.