Commenta per primo
Salvatore Sirigu è ancora uno dei migliori portieri italiani: lo ha dimostrato con la maglia del Torino nell'ultimo anno, quello del suo ritorno in serie A dopo due stagioni con poche presenze collezionate tra Paris Saint Germain, Siviglia e Osasuna che avevano minato qualche certezza intorno al portiere sardo. In granata Sirigu ha invece dimostrato di essere un estremo difensore estremamente affidabile, mettendosi in luce con alcune prestazioni superlative, tanto che il neo ct Roberto Mancini lo ha immediatamente convocato in Nazionale per le sue prime partite sulla panchina dell'Italia.

NAPOLI SU SIRIGU SE SALTA RUI PATRICIO - Le ottime prestazioni di Sirigu non sono state notate solamente agli occhi di Mancini, ma anche dai dirigenti del Napoli, tanto che il ds partenopeo Cristiano Giuntoli lo ha inserito nella lista dei possibili eredi di Pepe Reina. Il portiere del Torino non è la priorità degli azzurri, che stanno cercando di portare a termine l'acquisto di Rui Patricio dello Sporting Lisbona, ma se l'affare per il portoghese dovesse improvvisamente saltare il direttore sportivo del Napoli potrebbe virare con decisione proprio sull'ex Paris Saint Germain, il cui contratto con il Torino scadrà il prossimo anno, il 30 giugno del 2019. 
IL TORO HA PROPOSTO IL RINNOVO - Per evitare brutte sorprese o l'essere costretto a cedere Sirigu quest'estate per non perderlo poi a parametro zero fra dodici mesi, il presidente del Torino Urbano Cairo ha già avviato le trattative per il rinnovo con i suoi procuratori. L'idea del patron del club granata è quella di offrire un adeguamento dell'ingaggio (oltre che ovviamente prolungarlo) in modo da poter allontanare possibile pretendenti. Sirigu è arrivato al Toro un anno fa dopo essersi svincolato dal Paris Saint Germain e attualmente percepisce uno stipendio di 1,5 milioni di euro a stagione.