Nessun allarmismo, anzi. L'Inter è convinta di trattenere ancora a lungo Milan Skriniar, soprattutto è consapevole di doverlo premiare: questo è quello che filtra nelle ultime ore a proposito del difensore arrivato poco più di un anno fa dalla Sampdoria, diventato prima rivelazione poi leader nerazzurro fino a essere un uomo mercato da prima classe. Ci ha pensato il Manchester City a gennaio scorso prima di prendere Laporte, vigila su di lui il Barcellona da tempo, Skriniar è richiestissimo ma Suning ha scelto di trattenerlo con una presa di posizione forte in estate. Ma il suo contratto?

LE ULTIME - Al momento non c'è una rottura o un reale problema rinnovo. Nei dialoghi avviati ormai da luglio scorso, l'Inter ha fatto la sua proposta a Skriniar che non ha rifiutato ma si aspetta uno sforzo maggiore per arrivare al livello di tanti altri giocatori nella rosa: in soldoni, Milan pretende poco più di 3 milioni di euro a stagione come Miranda o Asamoah, richiesta più che lecita considerando il rendimento avuto da Skriniar e soprattutto l'entità delle offerte che superavano i 50 milioni, perché sono proprio le proposte a regolare gli stipendi dei giocatori nei top club come 'legge non scritta'. L'Inter non ha chiuso le porte, anzi; non ha fretta alcuna perché Skriniar va a scadenza nel giugno 2022 e verrà certamente ricompensato, anche arrivando ai fatidici 3 milioni di euro. Per la fumata nerazzurra bisognerà attendere nuovi incontri, fissare la durata definitiva e i bonus da includere. Insomma, passaggi non da poco per cui serve tempo ma nessun timore da parte dell'Inter: Skriniar così potrà essere blindato al momento giusto. Che non vorrà dire incedibile in futuro di fronte a un'offerta irrinunciabile...