57
Comanda sempre lui, solita storia. Come da un anno a questa parte, Milan Skriniar si è conquistato fiducia totale nell'Inter e anche la strada di un rinnovo non semplice ma sicuramente destinato a completarsi. La trattativa per blindare il difensore slovacco continua: 1,7 milioni bonus compresi il suo ingaggio attuale, Skriniar vorrebbe sfondare il muro dei 3 milioni più bonus mentre l'offerta nerazzurra è leggermente più bassa. Lavori in corso e contatti continui, sensazioni positive da parte del ds Ausilio che non è assolutamente preoccupato essendo Skriniar sotto contratto fino al 2022 e senza alcuna clausola rescissoria in ballo.

VIA UNA PAURA - Intanto, la buona notizia per l'Inter è che si sta allontanando lo spettro di una mega proposta per Skriniar a gennaio. Dopo l'assalto del Manchester City a gennaio dello scorso anno con Guardiola costretto poi a ripiegare su Laporte visto il no nerazzurro, da qualche mese il Manchester United è considerata la squadra più temibile a livello di offerte fuori mercato per l'ex Sampdoria: José Mourinho stravede per Skriniar, metterebbe sul piatto anche più di 60/65 milioni e di certo ha richiesto un difensore centrale di massimo valore per gennaio. L'Inter non ha alcuna intenzione di cedere Skriniar ma i prezzi fuori mercato restano pericolosi; in questi giorni però Mourinho sta nettamente perdendo forza agli occhi della dirigenza del Man United, non c'è più intenzione di costruire il futuro con lui e difficilmente si andrà avanti insieme. Ecco perché il calo dello Special One rallenta qualsiasi tipo di super offerta per gennaio, anche gli agenti di Skriniar hanno visto scemare i contatti col Man United che vive un momento difficile. E l'Inter sorride, felice di Milan e convinta di tenerlo. Con tanto di rinnovo...