91
Brutte notizie per il mercato in difesa della Roma che è stata costretta nella giornata di oggi a cambiare decisamente i propri piani virando dal ritorno ambitissimo di Chris Smalling nella capitale verso due trattative più alla portata e meno complicate da portare a conclusione che portano ad Armando Izzo e, soprattutto, Marash Kumbulla.

IL NO DELLO UNITED - Nessuno sconto, tutto parte da qui. Il Manchester United nella mattinata di oggi ha confermato alla Roma la non disponibilità a fare alcuno sconto al club giallorosso nè sui 20 milioni di euro di richiesta economica, né sulle modalità del trasferimento. Una posizione ferrea che ha fatto inevitabilmente cambiare i piani mercato a Trigoria.
IZZO O KUMBULLA - Considerata la pista Smalling come virtualmente chiusa l'ad Fienga ha messo nel mirino due giocatori dalle caratteristiche simili, ovvero adatti e pronti a giocare in una linea difensiva a 3. Il primo ha casa a Torino, dove resta in uscita, ma non a cifre contenute, e risponde al profilo di Armando Izzo. Il secondo, per cui la trattativa si sta facendo incandescente porta  a Marash Kumbulla del Verona.

SI TRATTA - Nulla di chiuso, nulla di ufficiale, ma l'inserimento della Roma sul difensore albanese del Verona ha spiazzato tutti i club interessati. Inter e Lazio con la Juventus un po' più staccata han trattato a lungo il giocatore, ma non hanno mai affondato il colpo. La Roma ci sta provando seriamente e lo stallo delle rivali può agevolare una trattativa che, comunque non sarà a cifre contenute sebbene, rispetto al Manchester United con Smalling, il Verona possa aprire ad un'operazione in prestito con riscatto posticipato nel tempo. Una carta fondamentale per il bilancio giallorosso.