14
Nel mondo dilettantistico è nata una nuova realtà pronta a rivoluzionare il calcio in Italia: si chiama Social Football Academy, e sarà il primo club professionistico o semi-professionistico formato solo da ragazzi scelti attraverso selezioni alle quali possono partecipare giocatori di ogni categoria. E solo in caso di retrocessione saranno inseriti elementi scelti. L'idea è di un gruppo di presidenti ed ex giocatori professionisti, che hanno preso come esempio l'Hashtag United in Inghilterra - una squadra creata per caso da dilettanti e ora tra le dieci più tifate sui social - e il modello tedesco, nel quale le squadre sono in mano ai tifosi.



BLACK LIVES MATTER - L'obiettivo è quello di dare ancora una speranza a chi sta vedendo i propri sogni svanire, dietro il quale però c'è un altro motivo ben focalizzato da parte dei fondatori: la Social Football Academy infatti sarà anche il primo club professionistico o semi-professionistico LGBTQ+, il primo a mettersi nelle mani dei tifosi con scelte di formazione, cambi, acquisti, cessioni e selezioni e il primo a scopo sociale con relative divise da gara ispirate alle varie tematiche. Non solo, sarà anche il primo club Black Lives Matter; per schierarsi a gran voce contro il razzismo.


L'OMAGGIO - Ci sarà anche una terza divisa per sottolineare l’origine del progetto ed omaggiare il nostro Paese, con la speranza che dopo la parentesi Covid e le varie difficoltà ne possa uscire ulteriormente fortificato e unito. Molti calciatori ed ex stanno sostenendo il progetto della Social Football Academy, associata anche con AIL e Telethon per indirizzare qualsiasi donazione alle loro principali coordinate bancarie. Tutto pronto per partire, manca solo... la squadra!  Le selezioni saranno svolte nei mesi di maggio, giugno e luglio 2022 e la squadra entrerà in competizione ad agosto 2022.