200

Prosegue il botta e risposta a distanza. Prima ha parlato il Ministro dello Sport Spadafora sul caso Cristiano Ronaldo, poi è arrivata la risposta del presidente della Juve, Andrea Agnelli, ora la controreplica del Ministro. Spadafora ha spiegato così la sua precedente affermazione sulla violazione del protocollo da parte di CR7. Il riferimento è a quando il portoghese ha lasciato l’Italia per raggiungere la nazionale e non al rientro del giocatore bianconero a Torino avvenuto nelle scorse ore.

"È la Juve stessa che segnalò la rottura dell’isolamento", dice il Ministro a Radio Uno in riferimento al fatto che "alcuni giocatori andarono via senza autorizzazione". Spadafora, che precisa di aver risposto alla domanda sull’"andando e tornando" e non al "tornando", che è invece è avvenuto con le autorizzazioni previste, ricorda che "il direttore del dipartimento di prevenzione della Asl di Torino ha dichiarato di aver dovuto trasmettere in Procura i nomi". Arriverà un'altra replica?