19
Spagna: 

Unai Simon 5,5
: subito saltato da Benzema, nella ripresa esce bene su Mbappé e in generale partecipa molto al fraseggio dei suoi, prima di farsi sorprendere dal fantastico gol di Benzema, sul quale non appare totalmente incolpevole, mentre non può nulla in occasione del raddoppio dei Bleus.

Azpilicueta 5: conferma il periodo non felicissimo, come in occasione del match contro l'Italia. Lento nell'esecuzione del fuorigioco, sia Theo che Benzema sfondano dalla sua parte in occasione della traversa e del gol dell'1-1.

Laporte 5: parte male facendosi infilare da Pogba e Benzema, sente molto la partita contro gli ex compagni fino ai tempi delle nazionali giovanili e patisce fortemente sia Benzema che Mbappé. La sicurezza della retroguardia è un'altra cosa.

Eric Garcia 5: quasi sempre puntuale inizialmente, con il passare dei minuti si adegua al poco rimpianto Pau Torres. Pesano i buchi sull'occasione di Benzema, in compartecipazione con Laporte, e sul gol di Mbappé, nel quale lo rimette in gioco.

Alonso 6: con l'Italia era stato tra i migliori in fase offensiva, stasera si distingue in fase difensiva per una grande chiusura su Mbappé, fino a quando la Spagna in svantaggio non gli consente di tornare a galoppare. L'unico a salvarsi nella retroguardia iberica.

Gavi 6,5: parte subito forte, con un intervento mica male su Tchouameni, per far capire come tira il vento, ma poi dimostra anche di saperci fare alla grande con la palla al piede, con due discese pericolose in area nelle quali mette in mostra le sue splendide doti tecniche. La vera scoperta di questa Nations League. (dal 74' Koke 5,5: entra lui e la Francia la vince) 
Busquets 7: il vero equilibratore, eminenza grigia del centrocampo. Fa ammonire Pogba e Koundé, fa da filtro davanti alla difesa e fa spesso ripartire l'azione, fornendo lo splendido assist per il gol di Oyarzabal. Di un'altra categoria, quasi sontuoso. infatti vince il premio di miglior giocatore della Nations League.

Rodri 6: centimetri e possesso, è suo il cross da cui potrebbe scaturire il rigore del vantaggio, non assegnato da Taylor. (dall'85' Fornals sv)

Ferran Torres 6,5: doveva star fuori per un problema fisico, invece il match winner della gara contro l'Italia è il più in palla dei suoi lì davanti. Li salta tutti con grande facilità, spesso però non ha la punta a cui appoggiarsi. (dall'85 Merino sv)

Sarabia 5,5: il fantasista dello Sporting si muove tanto, non sempre con lucidità e non sempre effettuando la scelta giusta. Abulico, non è nella sua migliore serata. (dal 60' Pino 6,5: entra con la solita tarantola addosso e fa ammattire la retroguardia spagnola, sfiorando il pari nel finale, salvato solo da un grande Lloris).

Oyarzabal 6,5: nel primo tempo si vede pochissimo, nella ripresa va un po' meglio ma contro una squadra più chiusa dell'Italia, come la Francia di stasera, fa fatica. Fino al gioiello offertogli da Busquets, che capitalizza da grande punta, e al pari sfiorato nel finale. Silenzioso ma letale.

All. Luis Enrique 6,5 : Deschamps copia Mancini per limitare la Spagna, con una linea a 4 in difesa in fase di non possesso e i terzini molto schiacciati, ma invano. I suoi non buttano mai via la palla, però paga a caro prezzo i buchi difensivi di una retroguardia assolutamente da sistemare. Ma le prospettive sono rosee.​

@AleDigio89