Commenta per primo
Spal-Udinese 0-3

Letica 6: incolpevole in tutti i gol dell'Udinese, per il resto della partita non è costretto ad interventi degni di nota.

Bonifazi 5: sbaglia nella spazzata in occasione della rete di de Paul, che lo punisce senza possibilità di appello. Come troppo spesso gli accade alterna cose positive ad errori marchiani. 

Vicari 5: sbaglia completamente la posizione nel secondo gol dell'Udinese. Le colpe però non possono essere del solo reparto difensivo, costretto a difendere correndo indietro con il resto della squadra rimasto a guardare.

Felipe 5,5: si trova di fronte un cliente ostico come de Paul che spesso lo salta. L'ex di giornata prova a compensare il divario atletico e tecnico con l'esperienza, ma non sempre gli riesce.

Sala 5: c'è poca intesa tra lui e D'Alessandro che non si trovano mai e vanno in difficoltà anche quando devono difendere insieme. La catena non funziona.

Missiroli 5: devia leggermente il tiro al volo di de Paul che sblocca la partita. Il tocco è sfortunato, ma il suo posizionamento è errato e costa carissimo. In occasione del raddoppio dell'Udinese non riesce ad arginare gli avversari e fa mancare il proprio schermo ad una difesa completamente esposta alla ripartenza.

(dal 1' s.t. Dabo 5,5: entra in campo, ma è poco frizzante e deciso. Il Dabo visto contro il Milan era ben altro giocatore).

Valdifiori 5,5: prova a far girare la squadra come nelle giornate migliori, ma un po' per la sua poca brillantezza e un po' per lo scarso movimento dei compagni riesce a creare solo azioni compassate e prevedibili.
Castro 5: è la versione sbiadita del grande giocatore ammirato a Verona e Cagliari. Non riesce a cucire il gioco e si perde spesso in giocate inutili. 

(dal 26' s.t. Floccari 6: con il suo ingresso in campo dà una scossa ai compagni che provano a riaprire la partita. Probabilmente meritava una maglia da titolare).

Murgia 5: è un fantasma per tutto il corso della partita. Non entra mai nel vivo del gioco e anche in fase di copertura è poco presente.

(dal 18' s.t. Strefezza 5,5: come sempre ha l'argento vivo addosso, ma è sempre tanto fumo e poco arrosto. Corre e si muove tantissimo, ma non riesce mai ad incidere).

D'Alessandro 5: disordinato e confuso, si muove in modo compulsivo per il campo ma è spesso fuori posizione. Di Biagio è costretto a richiamarlo diverse volte in un primo tempo poco positivo. 

(dal 26' s.t. Reca 5,5: entra in campo in sordina e non si fa mai notare).


Petagna 5,5: gli manca un compagno di reparto al quale appoggiarsi ed è costretto a svariare fin troppo sul fronte offensivo per prendersi la palla. Prova con generosità a caricarsi la squadra sulle spalle, ma si trova troppo spesso a predicare nel deserto. E' l'unico che sembra crederci ancora: ecnomiabile visto che è anche l'unico ad avere già una squadra per la prossima stagione.

(dal 36' s.t. Cerri sv)


All. Di Biagio 4,5: in una partita decisiva, che la Spal avrebbe dovuto giocare col coltello tra i denti si è vista una squadra impaurita e timida. Più che per vincere e riaprire la corsa alla salvezza sembrava che Petagna e compagni fossero scesi in campo per provare a pareggiare 0-0. Poco, davvero troppo poco per una squadra con l'acqua alla gola. L'Udinese senza fare nulla di straordinario domina letteralmente la partita sia sotto il profilo fisico che mentale, con la Spal che non prova mai a reagire.